Disabili e Agenzia delle Entrate – guida per l’assistenza fiscale

L’Agenzia delle Entrate ha previsto per i disabili dei canali informativi e assistenziali in tutti gli uffici del territorio nazionale.  Un servizio utile per conoscere le norme tributarie ed eseguire gli adempimenti fiscali in modo lineare, facile e corretto. Ma vediamo punto per punto come funzionano.

Il sito dell’Agenzia delle Entrate

Partiamo dal sito internet dell’Agenzia

e clicchiamo la scritta che appare in alto a destra

>“Contatti e assistenza”,

agenzia entrate disabili

poi di seguito

>“Assistenza fiscale”.

In basso, dove è scritto

Assistenza dedicata alle persone con disabilità

agenzia entrate disabili

clicchiamo

>“Siti regionali”.

In questo modo si apre una carta geograficacon tutte le regioni d’Italia.

All’interno di ogni singola regione si aprono i corrispondenti siti regionali delle Direzioni regionali dell’Agenzia delle Entrate. In tal modo ognuno è in grado di consultare la regione che può interessare.

agenzia entrate disabili

Dopo aver cliccato

>“Siti regionali

il nome della regione

>(es. “Abruzzo”)

occorre cliccare

>“Servizi

agenzia entrate disabili

poi

>“Assistenza disabili

per ottenere la pagina che interessa.

agenzia entrate disabili

Attenzione!!!

Questa è un’operazione che ovviamente va ripetuta per la regione che interessa.

L’Agenzia delle Entrate e i disabili – cosa fare

Le varie forme di informazione e assistenza messe in piedi nelle singole regioni sono quasi tutte allineate in servizi similari che prevedono contatti con i referenti regionali e negli uffici, con l’evidenziazione di tutti i riferimenti (uffici, nominativi, telefono, fax, mail).

Vi sono una serie di possibilità che possono essere utilizzate in modo flessibile e in maniera adeguata al grado di difficoltà dei singoli soggetti:

  1. linea telefonica direttaper i casi risolvibili in via breve (semplici informazioni e chiarimenti), telefonando ai referenti presso gli uffici  oppure al centro di assistenza multicanale dell’Agenzia delle Entrate al n. 800.90.96.96;
  2. “corsia preferenziale” su appuntamento, prevista per la riduzione dei tempi di attesa in favore di quei contribuenti che hanno la possibilità di presentarsi presso gli uffici;
  3. prenotazione ordinaria di uno specifico servizio di assistenza. Questo servizio permette di scegliere l’ufficio presso il quale recarsi, nonché il giorno e l’ora desiderati. La prenotazione può essere effettuata ordinariamente tramite telefono o via web attraverso una delle opzioni di seguito indicate:
  • online
  • numero verde 800.90.96.96;
  • cassetto fiscale, esclusivamente sull’ufficio di competenza e per chiarimenti sui dati contenuti nel cassetto stesso. Per utilizzare questo servizio è necessario essere in possesso del codice Pin;
  • elimina-code on line o “web ticket”. Con riferimento ad alcuni servizi, utilizzando questa applicazione è possibile prenotare e utilizzare nella stessa giornata un biglietto elimina code presso un ufficio territoriale.

Le prestazioni erogate ai disabili

Le prestazioni che sono erogate riguardano:

  • agevolazioni fiscali;
  • compilazione e trasmissione della dichiarazione dei redditi;
  • comunicazioni di irregolarità e avvisi bonari;
  • cartelle esattoriali;
  • rilascio o duplicazione del codice fiscale;
  • attribuzione, variazione e cessazione della partita Iva;
  • rimborsi;
  • utilizzo dei canali telematici.

Servizi a domicilio per i disabili

Sono attivati  in varie regioni (Abruzzo, Basilicata, Alto-Adige, Calabria, Emilia-Romagna, Liguria, Lombardia, Piemonte, Sicilia, Trentino, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta) anche servizi di assistenza a domicilio per i contribuenti con disabilità, impossibilitati a recarsi presso gli sportelli degli Uffici, consentendo loro di ricevere direttamente a casa funzionari qualificati in grado di offrire svariati servizi.

Tale possibilità è mediata anche dall’intervento di enti ed associazioni che operano nel settore dell’assistenza alle persone con disabilità e che hanno sottoscritto convenzioni con l’Agenzia delle Entrate.

Sul tema sono stati siglati protocolli d’intesa regionali con vari enti, ad esempio con l’Unione italiana ciechi per

  • agevolare l’accesso e la fruizione dei servizi negli uffici da parte dei cittadini non vedenti;
  • semplificarne gli obblighi tributari e ridurre il costo sociale, economico e psicologico;
  • introdurre una“corsia preferenziale”, per la riduzione dei tempi di attesa anche ai rappresentanti dell’Associazione nel caso in cui questi dovessero raccogliere le istanze dei loro assistiti.

Si segnalano anche iniziative particolari. In Sardegna è stata prodotta una guida di assistenza fiscale in Braille ed è stato siglato un protocollo d’intesa con il Centro di Servizio per il Volontariato “Sardegna Solidale” per il servizio di assistenza fiscale e informazione.

In Friuli Venezia-Giulia viene data l’informazione utile della Guida per le agevolazioni ai disabili predisposta dall’Agenzia delle Entrate anche in lingua slovena.

In Liguria sono state siglate intese con Aism (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), Anglat (Associazione Nazionale Guida Legislazione Andicappati Trasporti), Consulta dei disabili del Comune della Spezia e UIC (Unione Italiana Ciechi).

In Lombardia sono state avviate altre iniziative dagli Uffici in sede locale:

Abbiategrasso: Protocolli d’intesa con ANFFAS per l’assistenza fiscale e con l’ANFFAS Onlus, Desio 2: convenzione AMNIC di Limbiate e Milano 4: intesa con Cooperativa Sociale Yabboq di San Donato Milanese (MI).