Cosa sono le Cellule Staminali

Tempo di lettura: 10 min.
Cosa sono le cellule staminali e il loro utilizzo, diventato un argomento di discussione in tutti i media in questo ultimo periodo. Aumentano infatti le richieste al Ministero della Salute da parte di quelle persone o famiglie che intravedono nell’applicazione delle cellule staminali una concreta speranza per risolvere i problemi legati alle loro patologie considerate fino ad oggi senza possibilità cura. Sono molti i ricercatori impegnati nella sperimentazione delle cellule staminali, cerchiamo di capire che cosa sono e che prospettive future il loro utilizzo possa avere.

Cosa sono le Cellule Staminali e di cosa si tratta

cosa sono le cellule staminaliMa cosa sono le cellule staminali ? Si possono originare vari tipi di cellule diverse, attraverso un processo denominato “differenziamento”. Nelle fasi iniziali dello sviluppo umano, le cellule staminali, situate nell’embrione, sono diverse da tutti i tipi di cellule esistenti nell’organismo, ovvero da quelle cerebrali, ossee, cardiache, muscolari, epidermiche. La possibilità di controllare lo spettacolare potere di queste cellule staminali embrionali, allo scopo di curare vari tipi di malattie, entusiasma gli studiosi. Per esempio, il morbo di Parkinson e l’Alzheimer sono il risultato di lesioni in gruppi determinati di cellule cerebrali. Con la realizzazione di un trapianto di cellule staminali derivate da un embrione alla parte del cervello colpita, gli scienziati sperano di sostituire la parte di tessuto cerebrale danneggiata.

In un futuro prossimo, la ricerca sulle cellule staminali, potrà rivoluzionare il modo di curare tante altre “malattie mortali” come l’ictus, il diabete, le malattie cardiache e, addirittura le paralisi.

Gli atteggiamenti verso l’uso di cellule staminali a fini di ricerca o di cure mediche, variano da un paziente all’altro. In Germania, per esempio, l’estrazione di cellule staminali da un embrione umano, è considerata illegale. In Gran Bretagna, invece, è perfettamente legale, ma le leggi in materia sono rigorose: gli scienziati britannici possono utilizzare embrioni umani a fini di ricerca fino a quattordici giorni dopo la fecondazione dell’ovulo. In questo momento, l’embrione è un insieme di cellule, grande più o meno come un quarto della testa di uno spillo (0,2 mm).

In molti Paesi non esistono ancora leggi esplicite atte a disciplinare la ricerca sulle cellule staminali umane.

cellula staminaleEssendo l’utilizzo di embrioni una questione di grande controversia in termini etici, gli scienziati di tutto il mondo cercano altre fonti di cellule staminali, il tipo di cellule staminali che si trova nel midollo osseo degli adulti sembra essere una possibilità. Queste cellule staminali sono potenzialmente già capaci di differenziarsi in una gran varietà di globuli rossi nell’arco del ciclo vitale. In futuro gli scienziati sperano di manipolare queste cellule staminali adulte affinchè, invece di produrre soltanto globuli rossi, possono dare origine a cellule cerebrali, epatiche, cardiache e nervose.

Nonostante tutto, è probabile che le cellule staminali embrionali rappresentino, nel frattempo, una prospettiva più immediata per nuovi trattamenti e cure.

Quali sono le altre fonti umane di cellule staminali

Molti studiosi pensano che, una volta moltiplicate e capaci di differenziarsi in tutte le cellule e in tutti i tessuti dell’organismo, le cellule staminali embrionali potrebbero essere utili nella cura di alcune malattie. Tuttavia, per poterle ricavare, gli embrioni non devono avere più di cinque giorni.

Per evitare le barriere etiche e politiche in fatto di cellule staminnali embrionali, gli scienziati stanno cercando fonti alternative.

Cosa sono le Cellule Staminali : Il Midollo Osseso degli adulti

Una fonte di cellule staminali potrebbe essere il midollo osseo di un adulto. Le cellule staminali del midollo osseo degli adulti producono normalmente globuli rossi e cellule del midollo osseo. Fino a poco tempo fa, gli scienziati pensavano che fosse impossibile che le cellule del midollo osseo potessero “tornare indietro nel tempo”, potendo quindi reinventarsi per dare origine a tipi di cellule completamente differenti come quelle cerebrali, nervose, intestinali o epiteliali.

Tuttavia, alcuni medici statunitensi hanno identificato, di recente, una cellula staminale proveniente dal midollo osseo di un adulto, che credono possa svilupparsi in un altro tipo di cellula: qualcosa di straordinario.

Il prelievo di cellule staminali da un adulto consenziente, non solo sarebbe eticamente accettabile dalla maggior parte delle persone e dei governi, ma migliorerebbe anche la vita di molti pazienti.

Se immaginiamo di avere una malattia che sta distruggendo le cellule del nostro cervello, le cellule staminali potrebbero essere estratte dal proprio midollo osseo, ed essere successivamente manipolate in laboratorio, affinchè diventino cellule cerebrali e possano essere trapaintate nel cervello, evitando così il rigetto dovuto al trapianto.

Se tutto ciò dovesse funzionare, si tratterebbe di una prospettiva fantastica.

I primi risultati sembrano promettenti, ma gli scienziati non conoscono l’esatta versatilità delle cellule staminali del midollo osseo. In ogni caso, visti i risultati, gli studiosi sono molto ottimisti.

SANGUE PLACENTARE

cellula staminaleL’ultima fonte possibile di cellule staminali è il sangue, normalmente eliminato durante il parto, proveniente dal cordone ombelicale. Le imprese si offrono già da ora per raccogliere il sangue della placenta e conservarlo, a pagamento, nell’eventualità in cui il bambino si ammali. Queste imprese sostengono che le cellule staminali così raccolte potranno essere utilizzate per curare problemi sanguigni, come la leucemia e alcuni disturbi genetici e immunitari.

In futuro, il sangue del cordone ombelicale potrà rappresentare una fonte di cellule staminali importantissima per curare le lesioni vascolari o cerebrali, il diabete, il morbo di Parkinson e la distrofia muscolare.

La particolarità della raccolta di queste cellule staminali è quella di poter prelevare senza toccare nè la madre nè il bambino. Sono inoltre compatibili con il neonato nel caso in cui sviluppi una certa malattia o abbia bisogno di cellule staminali.

Inoltre queste imprese ritengono che il sangue del cordone ombelicale possa anche essere utile come fonte di cellule staminali per i familiari (fratelli, sorelle, genitori e nonni).

Capire cosa sono le cellule staminali e i vari tipi di cellule potrebbe essere la migliore cura per innumerevoli malattie, e per questo, la maggior parte degli scienziati sceglierebbe di continuare la ricerca su i vari tipi di cellula.

Avatar
Redazione - Ability Channel
Dal 2011 la redazione di Ability Channel tiene informati i suoi lettori su tutto ciò che riguarda il mondo della disabilità: partendo dalle patologie, passando per le attività di enti ed associazioni, fino ad arrivare a raccontarne la spettacolarità sportiva paralimpica. Ability Channel è l'approccio positivo alla disabilità, una risorsa fondamentale della nostra società.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.