Morte Matthew Perry, cosa sappiamo sulle cause finora

Redazione:

Le cause della morte di Matthew Perry sono ancora avvolte nel mistero, e ci potrebbe volere diverso tempo prima di scoprire il reale motivo del decesso. E questo sta dando spazio a moltissime speculazioni su cos’è successo alla star della fortunata serie americana “Friends”. Tutte congetture che non trovano riscontro nella realtà.

Morte Matthew Perry: come sarebbe morto?

Sabato 28 ottobre 2023 Matthew Langford Perry è stato trovato morto all’età di 54 anni nella vasca idromassaggio della sua casa di Los Angeles. La notizia è stata data da TMZ, sito scandalistico spesso affidabile in queste circostanze (fu il primo sito a raccontare la morte di Kobye Bryant).

Secondo la ricostruzione di TMZ, l’attore sarebbe stato trovato privo di sensi all’interno della sua vasca idromassaggio, dopo aver giocato qualche ora a pickleball. Alcune fonti raccontano che Perry fosse di buon umore durante la partita e che fosse un gran fanatico di questo sport.

Dopo la partita, la star avrebbe mandato il suo assistente a ritirare un nuovo smartphone e degli occhiali da vista, ma quand’è tornato avrebbe trovato Perry nella vasca privo di sensi e chiamato i servizi di emergenza.

A PEOPLE i vigili del fuoco di Los Angeles hanno detto di esser arrivati alla residenza di Perry alle 16:07: “Il paziente è stato trovato da un passante che aveva riposizionato la vittima con la testa fuori dall’acqua – ha dichiarato un portavoce della LAFD -. I vigili del fuoco hanno tirato fuori la vittima dalla vasca idromassaggio e hanno effettuato una rapida valutazione medica per scoprire che era deceduto”. Per TMZ, i primi soccorsi sono arrivati sul posto dopo una chiamata per arresto cardiaco e in un degli audio del dispaccio dei servizi di emergenza si fa riferimento ad un “annegamento”.

A oggi rispondere alla domanda su com’è morto Matthew Perry è praticamente impossibile visto che, come specifica TMZ, i funzionari stanno aspettando che vengano effettuati “alcuni test chiave prima di valutare in modo definitivo com’è morto”.

In particolare, i risultati del medico legale della contea di Los Angeles sono stati rinviati proprio perché si aspettano i risultati tossicologici e le ulteriori indagini che però potrebbero richiedere diverse settimane per essere completate. Nonostante ciò non si sospetta alcun uso scorretto di farmaci e non sono state trovate droghe illecite nella casa di Perry. Inoltre la Divisione Rapine-Omicidi della polizia di Los Angeles ha confermato a PEOPLE che non si sospetta nessun atto criminale.

Al momento la teoria dell’annegamento resta quella più accreditata, su cui avrebbe detto la sua anche Lisa Kudrow, la Phoebe di “Friends”. Come rivela il Daily Mail, una fonte vicina all’attrice avrebbe dichiarato che il collega “sarebbe morto a causa dei farmaci che hanno fatto effetto mentre si trovava nella sua vasca idromassaggio”, e che “non si dovevano mescolare con l’acqua calda”.

Morte Matthew Perry, cos’è stato trovato nella sua casa?

Le prime speculazioni e congetture riguardo la morte di Matthew Perry hanno subito teso un filo rosso con i suoi problemi di dipendenza da alcool e oppiacei. Per alcuni, l’attore sarebbe morto proprio a causa dell’assunzione di alcuni farmaci illegali.

I problemi di dipendenza erano stati raccontati dallo stesso attore nella sua autobiografia “Friends, Lovers and the Big Terrible Thing: A Memoir” pubblicato nel 2022, in cui narra apertamente di non riuscire a ricordare tre anni in cui ha recitato in “Friends”, dalla terza alla sesta stagione. Lo stesso attore stimò di aver speso 9 milioni di dollari per tornare sobrio e che, proprio durante il tour promozionale del libro, fosse sobrio da almeno 18 mesi.

Come rivela TMZ però, nella sua casa non è stata trovata alcuna droga o farmaco illegale, bensì farmaci regolari, come il farmaco RX, antidepressivi, farmaci ansiolitici e un farmaco per la BPCO, abbreviazione che sta per malattia polmonare ostruttiva cronica, nota anche come Broncopneumopatia cronica ostruttiva: un farmaco usato proprio per curare enfisema o bronchite cronica. E come sottolinea TMZ, Matthew Perry era stato un fumatore durante la sua vita.

Leggi anche: Michael Gambon scomparso a 82 anni: qual è la causa della morte?

Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.