Bebe Vio e le scarpe accessibili: cosa sono le Go FlyEase

“Sono passata da 5 minuti a 5 secondi per mettere le scarpe! Easy no?!⁣”: con queste parole scritte sui social Bebe Vio ha presentato un nuovo paio di scarpe “accessibili” anche per le persone con disabilità in qualità di testimonial. Queste singolari sneaker, infatti, permetterebbero di essere calzate con estrema semplicità e facilità da chi ha qualche difficoltà a usare le mani, in quanto non presentano stringhe, lacci o strappi.

Bebe Vio e le scarpe accessibili Go FlyEase

Qualche giorno fa la campionessa paralimpica Bebe Vio ha mostrato delle scarpe abbastanza inusuali, il cui funzionamento si basa su un semplice meccanismo di pressione del piede in grado di chiudere la calzatura in maniera automatica senza l’ausilio di lacci o simili.

Leggi anche: Una Barbie disabile con le sembianze di Bebe Vio

Dietro a questo prodotto c’è Nike, la quale ha spiegato che questa calzatura sarebbe in grado di rimanere ben salda al piede, oltre al fatto che può essere indossata e sfilata senza usare le mani. Questo dettaglio potrebbe essere di grande d’aiuto per le persone con disabilità, visto che alcune limitazioni fisiche non permettono di calzare tutti i giorni una scarpa con le stringe in scioltezza e agilità.

Nel video postato dalla campionessa di scherma paralimpica Bebe Vio, possiamo notare infatti come queste calzature siano proprio prive di lacci o strappi. Alla base del loro funzionamento c’è una giuntura (in attesa di brevetto) presente nell’intersuola, che consente alla scarpa di piegarsi senza rompersi. Al posto delle stringhe, invece, troviamo un grande elastico, che ferma il tacco sul tallone. Per far azionare il marchingegno basta fare una semplice pressione della metà anteriore del piede nella scarpa e spingere verso il basso.

Leggi anche: Hannes, equiparabile a una mano reale

nike go flyease
Credit: Nike
Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato