“Basketball Girl”, la ragazza senza gambe… campionessa di nuoto

Basketball GirlQian Hongyan rappresenta la forza ed il coraggio. Qian Hongyan è il simbolo della tenacia, della disabilità positiva, della voglia di vivere. Una persona che all’età di quattro anni, a causa di un incidente, ha perso le gambe e che per questo non si è mai arresa.

La storia incredibile della “Basketball Girl”

Una storia incredibile, come racconta il Daily Mail, che ha come protagonisti la forza d’animo e l’ostinazione. Qian è originaria dello Yunnan (Cina) e la sua famiglia coltivando seta, riesce a guadagnare veramente poco, a stento il necessario per sopravvivere. Quando a soli quattro anni a seguito di un incidente Qian perde entrambe le gambe, è il nonno a trovare una soluzione che possa consentirle di camminare ancora garantendole una certa autonomia: una palla da basket tagliata a metà con la quale rimbalzare, aiutandosi con la spinta delle braccia attraverso dei sostegni di legno tenuti nelle mani. Da qui il soprannome “Basketball Girl“.

Basketball GirlGrazie alla diffusione di alcune foto che ritraggono Qian mentre cammina, la sua storia cattura l’attenzione dei media e comincia a diffondersi; nel 2005, grazie a delle donazioni, riesce a recarsi a Pechino per farsi impiantare delle gambe artificiali. Il ricavato è sufficiente anche a pagare gli studi della ragazza fino al 2007, quando i soldi cominciano a scarseggiare: consapevole che la sua famiglia non sarebbe stata in grado di aiutarla economicamente, Qian per costruirsi un futuro decide di puntare sullo sport ed in particolare sul nuoto. Soprattutto agli inizi le difficoltà non mancano, tenersi a galla senza l’aiuto delle gambe non è affatto semplice “Sembrava non ci fosse modo di galleggiare, soffocavo sempre“, racconta al quotidiano cinese. Ma la tenacia di Qian non ha lasciato spazio agli ostacoli, e nel giro di poco tempo è diventata un atleta simbolo per la Cina vincendo, nel 2009, la medaglia d’oro agli Chinese National Paralympics Swimming Competition. Due anni dopo conquista un bronzo e, dopo una breve assenza dal campo di gara, nel 2014 vince la finale dei 100 metri rana agli YunnanProvincial  Paralympics Games.

Qian Hongyan rappresenta un modello per le persone disabili in Cina, e non solo. La storia di Qian Hongyan è una storia a lieto fine. E sentire una bella notizia (così come riportarla) almeno ogni tanto, fa decisamente bene a cuore e anima.

Avatar
Redazione - Ability Channel
Dal 2011 la redazione di Ability Channel tiene informati i suoi lettori su tutto ciò che riguarda il mondo della disabilità: partendo dalle patologie, passando per le attività di enti ed associazioni, fino ad arrivare a raccontarne la spettacolarità sportiva paralimpica. Ability Channel è l'approccio positivo alla disabilità, una risorsa fondamentale della nostra società.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato