test

Napoli

Luogo di Nascita

01/03/1988

Data di Nascita

Vincenzo Boni

Nuoto Paralimpico

Vincenzo Boni

Neuropatia di Charcot Marie

Disabilità

S3

Categoria

Risultati dell'atleta

Anno Manifestazione Disciplina Piazzamento
2015 Mondiali Glasgow 50m dorso Argento
2015 Mondiali Glasgow 50m stile libero Bronzo
2015 Mondiali Glasgow 200m stile libero Bronzo
2016 Europei Funchal 50m dorso Oro
2016 Europei Funchal staffetta 4x50m stile libero Argento
2016 Europei Funchal staffetta 4x50m mista Argento
2016 Europei Funchal 50m stile libero Argento
2016 Europei Funchal 200m stile libero Bronzo
2016 Paralimpiadi di Rio de Janeiro 50m dorso Bronzo
2017 Mondiali IPC Messico 50 m st libero S3 Bronzo
2017 Mondiali IPC Messico 200 m st libero S3 Bronzo
2017 Mondiali IPC Messico 50 m dorso S3 Argento
2018 Europei di Dublino 50 m st libero S3 Oro
2018 Europei di Dublino 200 m st libero S3 Oro
2018 Europei di Dublino 50 m dorso S3 Oro
2019 Mondiali IPC Londra 50 m st libero S3 5
2019 Mondiali IPC Londra 200 m st libero S3 4
2019 Mondiali IPC Londra 50 m dorso S3 5
2021 Europei di Funchal 50 m st libero S3 Bronzo
2021 Europei di Funchal 200 m st libero S3 Argento
2021 Europei di Funchal 50 m dorso S3 Argento

Tifosissimo del Napoli Vincenzo Boni vanta importanti risultati da quando, nel 2014, si è affacciato sul piano del nuoto internazionale. Nasce il 1 marzo del 1988. Ha una tetraparesi conseguenza della malattia di Charcot-Marie-Tooth.

Si è avvicinato al nuoto come terapia riabilitativa all’età di sei anni. Attualmente gareggia per la società Caravaggio Sporting Village e fa parte del GS Fiamme Oro. La sua classe è la S3; le discipline sono i 50 e 100m dorso, i 50,100 e 200m stile libero e la staffetta 4×50 mista.

A Rio 2016 Vincenzo conquista un bronzo 50 m dorso S3, è oro agli europei di Dublino nei 200m stile libero S3 – 50m dorso S3 e 50m stile libero S3. 

Laureato in Culture digitali e della comunicazione, presso l’università Federico II di Napoli, lavora in un’azienda di consulenza informatica.
Come Ambasciatore dello sport paralimpico gira l’Italia incontrando studenti e istituzioni per diffondere la cultura paralimpica. Dal 2021 è invece rappresentante degli atleti nel Consiglio Nazionale del CIP (Comitato Italiano Paralimpico).

Tokyio2020 sarà la sua seconda paralimpiade.