Castelfranco Veneto

Luogo di Nascita

05/09/1970

Data di Nascita

Francesca Porcellato

Handbike

Francesca Porcellato

Paraplegia

Disabilità

H3

Categoria

Risultati dell'atleta

AnnoManifestazioneDisciplinaPiazzamento
1988Paralimpiadi Seul100mtOro
1988Paralimpiadi SeulStaffetta 4x100Oro
1988Paralimpiadi Seul200mtArgento
1988Paralimpiadi SeulStaffetta 4x200Bronzo
1988Paralimpiadi SeulStaffetta 4x400Bronzo
1992Paralimpiadi Barcellona400mtBronzo
1997Mondiali Stoke Mandeville100mtOro
1997Mondiali Stoke Mandeville200mtArgento
1998Mondiali Birmingham100mtArgento
1998Mondiali Birmingham200mtArgento
1999Mondiali Christchurch100mtOro
1999Mondiali Christchurch200mtOro
2000Paralimpiadi Sydney100mtBronzo
2004Paralimpiadi Atene100mtArgento
2004Paralimpiadi Atene800mtArgento
2004Paralimpiadi Atene400mtBronzo
2006Mondiali Assen100mtBronzo
2006Mondiali Assen200mtBronzo
2007Mondiali Taipei800mtOro
2010Paralimpiadi invernali VancouverSci nordico - SprintOro
2015Mondiali paraciclismoHandbike Crono cat. H3Oro
2016Paralimpiadi di Rio de JaneiroHandbike - CronometroBronzo
2016Paralimpiadi di Rio de JaneiroHandbike - Gara su stradaBronzo

Francesca Porcellato, di Castelfranco Veneto, è un’atleta paralimpica italiana, classe 1970.

Soprannominata “la rossa volante” per le sue innumerevoli vittorie e per quella sua folta chioma di riccioli rossi, gareggia sulla sedia a rotelle perché paraplegica da quando, a diciotto mesi, fu investita da un camion nel vialetto di casa.

Gareggia sia nello Sci di fondo Paralimpico sia nell’Atletica Leggera Paralimpica, detenendo un vasto palmares di Campionati Italiani, Europei, Mondiali e Paralimpiadi. E’ una delle atlete più note in Italia e nel mondo e vanta 9 partecipazioni ai Giochi Paralimpici, sei in quelli estivi e tre in quelli invernali, conquistando 11 medaglie. È una delle poche atlete al mondo ad aver conquistato il titolo di Campionessa Paralimpica sia nelle edizioni estive che in quelle invernali. A Pechino è stata anche portabandiera ufficiale della delegazione italiana.

Atleta versatile, si cimenta su distanze che variano dai 100 mt alla maratona (vincendo, tra l’altro, quelle di New York, Londra e Parigi). Dopo i XII Giochi estivi di Atene 2004,  si dedica anche allo sci di fondo paralimpico, partecipando a Torino 2006 e Vancouver 2010. Il 21 marzo 2010 conquista la medaglia d’oro nella gara di sprint.

Dal 2015, Francesca Porcellato gareggia come professionista anche nel ciclismo paralimpico, con l’handbyke, categoria H3. Ai Mondiali di Nottwill, prima esperienza internazionale in questa disciplina, con pochi mesi di preparazione alle spalle, porta a casa una medaglia d’oro sia nella crono che nei 42 km.

Ai Giochi di Rio De Janeiro 2016, che rappresentano la sua decima Paralimpiade, ottiene due bronzi in due diverse specialità: la crono prima, la gara su strada poi.