Alluvione Emilia-Romagna, contributo sfollati: come fare domanda

Redazione:

In seguito all’alluvione (di cui abbiamo ricostruito le cause), il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, nonché Commissario delegato per l’emergenza, ha firmato un decreto per il contributo di autonoma sistemazione (Cas), indirizzato a tutte quelle persone che hanno perso la casa a causa degli eventi emergenziali che si sono abbattuti durante il mese di maggio in alcune città locali. Il contributo può essere richiesto fino al 30 giugno 2023. Ecco cosa c’è da sapere.

Alluvione Emilia-Romagna, contributo sfollati: come funziona

La domanda può essere presentata da chi ha perso la propria casa per colpa dell’alluvione che ha interessato l’Emilia-Romagna nelle scorse settimane. In particolare, come si legge sul sito della Protezione Civile locale, è necessario avere la residenza anagrafica e la dimora abituale nell’abitazione sgomberata alla data di inizio degli eventi calamitori, stabilita al 1° maggio. La richiesta deve essere presentata su un modulo presente nel Comune di residenza della casa sgomberata e può essere consegnata a mano oppure spedita.

Alluvione Emilia-Romagna, quali sono gli importi del contributo?

Gli importi del contributo di autonoma sistemazione sono quantificati in base al numero di persone che compongono il nucleo familiare: vengono destinati 400 euro in caso di famiglie con una sola persona; 500 euro per 2 persone; 700 euro per 3 persone; 800 euro per 4 persone; 900 euro per 5 o più persone. In caso di nuclei familiari con persone di età superiore ai 65 anni o con disabilità o invalidità non inferiore al 67%, è previsto un incremento di 200 euro.

Il contributo viene comunque ridotto per il periodo inferiore del mese, in pratica dividendo l’importo mensile per il numero dei giorni del mese di riferimento moltiplicato per i giorni di mancata fruibilità dall’abitazione. I fondi saranno erogati fino a che non sarà revocata l’ordinanza di sgombero, finché non ci siano le reali condizioni di agibilità per il rientro a casa oppure fino a che non viene trovata un’altra sistemazione stabile.

Leggi anche: Alluvione Emilia-Romagna, Simone Baldini in carrozzina spala fango a Forlì: “Ma non sono un simbolo”

Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.