Udine

Luogo di Nascita

5 settembre 1970

Data di Nascita

Michele Pittacolo

Ciclismo Paralimpico

Paralisi cerebrale

Disabilità

C4

Categoria

Risultati dell'atleta

AnnoManifestazioneDisciplinaPiazzamento
2009Campionati italiani PordenonePista, inseguimento - km da fermoCampione italiano
2009Mondiali BogognoCronometroOro
2009Mondiali BogognoStradaOro
2009Mondiali ManchesterPista km da fermoBronzo
2009Mondiali ManchesterPista inseguimentoOro e Record del mondo
2010Mondiali SpagnaStradaOro
2010Europei PiacenzaStrada - cronoArgento
2010Mondiali CanadaStradaBronzo
2010Campionati Italiani MoriPista, inseguimento - km da fermoCampione italiano
2010Europei PragaStradaArgento
2011Mondiali SydneyStradaOro
2011Mondiali SydneyCronoBronzo
2011Europei Castel San GiovanniStradaOro
2011Europei Gippingen (Svizzera)Strada, cronoArgento
2011Mondiali SpagnaStradaOro
2011Europei SlovacchiaStrada, cronoOro
2011Europei VerolanuovaStrada, cronoOro
2011Mondiali DanimarcaStradaOro
2011Europei SerbiaStrada, cronoOro
2012Europei BorgonovoStradaOro
2012Mondiali RomaStradaOro
2012Paralimpiadi LondraC4/C5Bronzo
2012Campionati italiani MontichiariPista, inseguimento - km da fermoCampione italiano
2013Mondiali SpagnaStradaOro
2013Europei SlovacciaStrada, cronoOro
2013Campioati italiani DalminePista, inseguimento - km da fermoCampione italiano
2014Europei VerolanuovaStradaOro
2014Mondiali Castiglione della PescaiaStradaOro
2014Europei BilbaoStrada, cronoOro
2014Europei SlovacchiaStrada, cronoOro
2014Mondiali SpagnaStradaOro
2014Mondiali GreenvilleStradaOro
2014Europei PragaStrada, cronoOro
2015Europei Marina di MassaStrada, cronoOro
2015Europei BresciaStradaOro

Michele Pittacolo, ciclista prima e atleta di ciclismo paralimpico poi, nasce il 5 settembre 1970 a Udine.

Inizia l’attività ciclistica nel 1983, con il Velo Club Latisana, fino al 1995 e in sette anni di dilettante ottiene 7 vittorie; la più importante in una gara open dilettanti-professionisti a Parenzo. Dal ’96 si specializza nella mountainbike, collezionando molti risultati e nel 2006 vince il Campionato Italiano Strada Master 2.

Il 12 settembre 2007, però, durante un allenamento subisce un gravissimo incidente e dopo settimane di terapia intensiva, ospedali e interventi chirurgici la sua vita viene stravolta: una placca di titanio in testa e la parte destra del cranio ricostruita in resina, grossi problemi alla mano destra, alla spalla sinistra, all’occhio sinistro, difficoltà di equilibrio e difficoltà nel linguaggio.

Inizia così a luglio del 2009 la sua nuova carriera e, diventato atleta paralimpico di ciclismo, categoria C4 (paralisi cerebrale), vince i primi due tricolori paralimpici su pista e nello stesso anno con la convocazione del CT Mario Valentini partecipa ai Mondiali di Bogogno, vincendo 2 titoli mondiali, cronometro e strada.

Il 6 settembre 2012 si qualifica per le paralimpiadi di Londra 2012: ottiene una meritata medaglia di bronzo nella strada individuale (cat. C4) e incornicia così una carriera piena di difficoltà e sacrifici, oltre che di grandi soddisfazioni. Ma non finisce qui: il 17 agosto 2013 mentre è in ritiro con la Nazionale a Rovere in Abruzzo subisce un’altra rovinosa caduta, stavolta di gruppo, e riporta la frattura di tre vertebre.

Sembra arrivato il momento di arrendersi ma non è così; la forza di Michele Pittacolo è ancora tanta e il 2014 sarà per lui un anno fantastico. Vince, infatti, tutte le gare internazionali su strada e anche alcune crono e il 31 agosto a Greenville (USA) riconquista la meravigliosa maglia bianca con l’iride.