Rho

Luogo di Nascita

27 dicembre 1976

Data di Nascita

Annalisa Minetti

Atletica Leggera Paralimpica - Paraciclismo

Annalisa Minetti

Non vedente

Disabilità

T11-12

Categoria

Risultati dell'atleta

AnnoManifestazioneDisciplinaPiazzamento
2012Europei Stadskanaal1500 mt (cat. T12)Bronzo (Record del mondo)
2012Paralimpiadi Londra1500 mt (cat. T12)Bronzo (Record del mondo)
2013Mondiali Lione800 mt (cat. T11)Oro (Record del campionato)
2015Mondiali SvizzeraCiclismo (Tandem)Nono posto

Annalisa Minetti, cantante ed atleta paralimpica, nasce a Rho il 27 dicembre 1976.

A diciotto anni scopre di essere malata di retinite pigmentosa e di degenerazione maculare, malattie che la porteranno ad una graduale cecità fino ad arrivare alla sua attuale situazione: distingue le ombre di giorno e non vede nulla di notte. Ma questo non le impedisce di continuare a coltivare le sue passioni: nel 1998, infatti, partecipa all’edizione del Festival di Sanremo e vince sia nella categoria delle nuove proposte, che in quella dedicata ai big.

Diventata ormai una cantante affermata, Annalisa Minetti decide di dedicarsi anche allo sport e dal 2001 inizia ad allenarsi nell’atletica leggera guidata da Andrea Giocondi ed i primi risultati arrivano alle Paralimpiadi di Londra 2012: partecipa ai 1500 mt, cat. T11-12, ottiene una meritata medaglia di bronzo e realizza il nuovo record mondiale della sua categoria con 4’48”88.

Gli 800 mt sembrano essere la sua specialità ma alle sopracitate paralimpiadi è costretta a gareggiare, in una finale molto discussa, con ipovedenti senza guida. Un anno dopo, però, Annalisa Minetti ottiene la possibilità di dimostrare le sue grandi capacità proprio negli 800 mt (cat. T11) ai Mondiali di Lione 2013 e vince la medaglia d’oro. Nello stesso anno, a Grosseto, replica la vittoria negli 800 mt, arrivando prima nella sua serie con il tempo di 2’25”61.

Dopo un infortunio che le impedisce di correre come vorrebbe, la Minetti decide di cimentarsi anche nel paraciclismo e debutta nel 2015 al raduno pre-mondiale della Nazionale a Rovere, nella specialità del Tandem con la guida Claudia Gentili. Nello stesso anno e con la stessa guida partecipa, poi, ai Mondiali in Svizzera 2015 e si classifica al nono posto, arricchendo ulteriormente il suo bagaglio di atleta paralimpica.