Exposanità 2018, è tempo di Heyoka!

Exposanità

La principale Mostra internazionale in ambito di sanità ed assistenza sta per tornare. Dal 18 al 20 aprile infatti (21 aprile solo per i Saloni Horus, Mit e Primo Soccorso), si svolgerà a Bologna l’appuntamento biennale di Exposanità, una manifestazione che in Italia rappresenta l’unica vera occasione per conoscere tutte le novità presenti sul mercato (nazionale e non) dedicate al settore della sanità.

Dalla diagnostica alla sanità digitale, dai prodotti e servizi per la vita indipendente, dal gioco alla tecnologia assistiva, dalle innovazioni nel settore della robotica e della stampa 3D allo sport passando per l’inclusive design e il turismo accessibile. E non solo. Presso il salone Horus dedicato alla riabilitazione, all’ortopedia ed alla disabilità i visitatori così come i professionisti del settore potranno trovare i migliori prodotti disponibili sul mercato in materia di mobilità, ortopedia, sport, vita attiva, comunicazione, tempo libero e cura della persona.

La mostra, che dal 1982 combina l’aspetto puramente commerciale con l’opportunità di incontro tra le più diverse realtà esistenti nel settore della disabilità, si svilupperà in 11 saloni espositivi: qui, come di consueto, accanto all’esposizione di servizi, prodotti e soluzioni di ultima generazione si svolgeranno diversi appuntamenti, workshop e convegni che affronteranno il tema della disabilità a tutto tondo.

Exposanità

Stampa 3D e robotica 

L’innovazione tecnologica al servizio della mobilità e dell’assistenza delle persone con disabilità saranno sviluppate all’interno di un percorso che affronterà le tematiche più calde della medicina e della gestione sanitaria dei prossimi anni:

  • stampa 3D per il medicale
  • robotica
  • protesica brain powered 
  • dispositivi wearable
  • simulazione e navigazione chirurgica.

All’interno del Salone MIT saranno inoltre visibili le proposte più all’avanguardia, efficienti e pratiche per ciò che riguarda le prestazioni assistenziali e la gestione dei servizi di cura alla persona.

Turismo accessibile

Parlando di turismo accessibile ad Exposanità non poteva mancare il progetto Bandiera Lilla, al quale sarà dedicato un workshop all’interno del salone. Il progetto, nato nel 2013, ha tra gli obiettivi quello di sensibilizzare i comuni italiani a migliorare l’accessibilità turistica a diversi tipi di disabilità: motoria, visiva, uditiva, fino alle patologie ed intolleranze alimentari. Al termine del seminario si svolgerà la premiazione delle Bandiere Lilla 2018/2019 scegliendo tra una località montana, marittima e di lago.

Tecnologie assistive

Mai come oggi, in un mondo in cui nessuno può far a meno del proprio pc o smartphone, le tecnologie assistive hanno rappresentato un supporto valido ed indispensabile per il miglioramento della qualità di vita delle persone con disabilità.

Per questo motivo nell’ambito del Salone Horus sarà dedicato un focus ai dispositivi ed alle soluzioni che favoriscono l’utilizzo di smartphone e computer garantendo un livello di comunicazione che consente alla persona disabile di mantenere un certo livello di autonomia. Tra questi: vari modelli di sistemi di puntamento oculare, sistemi per facilitare l’accesso al pc, dispositivi di domotica, comunicatori alfabetici e simbolici per l’età evolutiva, ausili per non vedenti.

Inclusive design

E come non parlare di inclusive design? A farlo ci hanno pensato i docenti e gli studenti del DAD, Dipartimento di Architettura e Design della Facoltà di Architettura dell’Università di Genova, protagnoisti di un contest che ha visto la realizzazione di un progetto per il prototipo funzionante di un bagno accessibile mobile che risponda non solo a criteri di accessibilità e funzionalità, ma anche a quelli di design ed estetica. Sarà l’azienda Fashion Toilet (leader nella produzione di bagni mobili di lusso) a trasformare il progetto migliore in un prototipo funzionante visibile in fiera.

Sport e gioco

Fare sport significa mettersi alla prova, condividere, far parte di qualcosa, sviluppare le proprie abilità psichiche e motorie, conoscere i propri limiti per poi provare a superarli. Fare sport per una persona disabile significa questo e molto altro: attività di riabilitazione, acquisire sicurezza in se stessi, re-integrarsi nella società.

Per tutti questi motivi Exposanità, con la collaborazione del Comitato Italiano Paralimpico Emilia-Romagna, vedrà l’allestimento di 12 aree sportive ciascuna dedicata ad una diversa disciplina. Così, grazie anche ai consigli di alcuni atleti paralimpici, tutti potranno impegnarsi a ricercare lo sport più adatto a sé ed alle proprie capacità tra l’arrampicata sportiva, handbike, tiro a segno simulato anche per ciechi e ipovedenti, tiro con l’arco, calciobalilla, tennis tavolo, scherma in carrozzina, bocce, badminton, e sitting volley.

Spazio anche ai più piccoli nel Salone Horus dove torna “Gioco anch’io”, , l’iniziativa speciale che ripropone una ludoteca totalmente priva di barriere realizzata da Assogiocattoli e progettata da Bernardo Corbellini e Bice Dantona.

Consulta il programma completo di Exposanità

Il progetto Heyoka

HeyokaAndare insieme oltre la disabilità, guardare al di là dei limiti imposti dalla società ogni giorno, mettersi nei panni dell’altro. Guardare la diversità con occhi diversi, apprezzare la propria unicità.

Tutto questo è Heyoka, la community dove, attraverso la partecipazione attiva e la condivisione di interessi ed ideali, è possibile sentirsi parte di una realtà in cui c’è spazio per tutti ed all’interno della quale trovare servizi, prodotti e prestazioni che vanno oltre la disabilità.

Perché Heyoka?

Con il termine “Heyoka” le comunità pellerossa identificavano coloro che avevano ricevuto da Dio il dono della diversità e che per questo erano in grado, a differenza degli altri, di comprendere lo stato emozionale delle persone grazie ad uno straordinario senso empatico. Nel linguaggio dei nativi americani infatti il termine “disabilità” ed il concetto ad esso legato non esistevano, ma esistevano gli Heyoka, le guide spirituali in un mondo in cui non esistono differenze…

Come funziona

Una volta registrati gli utenti potranno comunicare tra loro, avendo a propria disposizione una serie di servizi a titolo gratuito o a condizioni più che vantaggiose: informazioni utili sul mondo della disabilità a 360°, consulenze e prestazioni di varia natura, acquisto di prodotti e tanto altro ancora.

Qual è la mission? Non solo diventare la piattaforma leader e di riferimento a livello nazionale, ma anche e soprattutto accompagnare le persone nel proprio percorso di integrazione ed emancipazione sostenendole nella realizzazione di sogni e progetti.

Nata dalla sinergia tra Sesto Cerchio (la rubrica settimanale di QS – Quotidiano Sportivo), Ability Channel e Atleti Speciali, www.heyoka.it verrà lanciata ufficialmente proprio il prossimo 18 aprile in occasione di Exposanità.

In attesa di questa data è possibile registrarsi al lancio del sito ed essere così aggiornati in tempo reale sul progetto:

www.heyoka.it

www.facebook.com/heyoka