Russian Kafè – Riccarda e Martina ospiti di Rai Sport – Day 5

E rieccoci a Russian Kafè. Oggi ci siamo intrufolati negli studi Rai e con noi, Lorenzo Roata.
Cosa ci puoi dire dei preparativi, ho visto che qua c’è fermento che vanno da una stanza all’altra.
E ancor più oggi sono preoccupatissimo che tu mi porti via il posto, dopodichè emozionato e felice di averti qui nei nostri studi insieme a Riccarda, contento di avervi qui, Ability Channel sempre nel filo diretto anche con noi, non è la prima volta, è bello da Sochi nell’eccezione di una Paralimpiade che è sempre uno spettacolo unico, Paralimpiade che noi di RaiSport, squadra per intero, uomini e donne al lavoro ininterrottamente, racconteremo per filo e per segno tutti i giorni, tutte le gare in diretta, appuntamento da non perdere a cominciare dall’emozione della cerimonia innaugurale, e stasera assolutamente, se è stasera che vi vedono i vostri telespettatori, l’annuncio è Rai 3 diretta dalle 16 e 55 in poi, racconto meraviglioso, il principio di 10 giorni, l’emozioni, poi tu sai bene l’emozione di una Paralimpiade, insomma una campionessa come te sa quali atmosfere si respirano. Forza Azzurri naturalmente, per una squadra che aspetta di far bene, far meglio, fare uguale a quella che è stata la precedente manifestazione, Vancouver 2010

Grandissimo, forza ragazzi, allora vi seguiremo di pari passo, Ability Channel insieme a Rai Sport, lascio la parola a Riccarda.

Volevo solo ricordare che tra poco andremo a vedere il regista, di Sportabilia, che va in onda da 11 anni, 8 con questo regista Roberto Valdata, con Lorenzo che conduce in maniera egregia e quindi vedremo dillà, dall’altra parte dello studio, c’è un motivo per cui andiamo dillà, perchè qui vediamo tutt’intorno verde, è il sistema del mistero virtuale, per cui tutto questo verde diventerà uno studio bellissimo che è la nostra casa, in questi giorni di dirette di tutte le gare che saranno qui a Sochi 2014, io non ho titolo, sarà appunto Roberto Valdata che è il regista che e capo progetto di questa spedizione a Sochi, oltre che appunto da otto anni al mio fianco di quello che è l’appuntamento ogni 15 giorni con la rubrica di RaiSport, Sportabilia che tral’altro al rientro, il 28 Marzo prevede uno speciale su Sochi 2014 da non perdere.Riccarda, Martina possiamo andare dall’altra parte dove altri tanti operatori ci aspettano, tenete a buon mente questo verde, verde speranza, e il resto poi ci verrà raccontato in regia di Rai Sport.

La regia e il mistero del verde

Qui finalmente verrà svelato il mistero del verde speranza che era alle nostre spalle all’inizio della vostra rubrica Russian Kafè, anche se il caffè russo non è molto buono (ride ndr).
Permesso? Ecco Roberto Valdata!

Roberto Valdata, siamo qui per vedere il verde! Ci puoi mostrare il verde?

Il verde che avete visto è quello, ma quello che diventerà il verde lo vedete lì accanto, i miei collaboratori vi possono spiegare molto meglio di me, cosa stanno facendo e cosa riescono a realizzare con quesrto mezzo.

Come mai non si vede più verde?

Il verde è quello che noi dobbiamo togliere, perchè al posto del verde mettiamo la scena così detta virtuale quindi tutto ciò che è verde ci permette di sostituire appunto il colore con qualcosa che noi generiamo dal computer, il trucco funziona nel momento in cui la telecamera reale e la telecamera virtuale hanno la corrispondenza così detta “Coerenza Prospettica” poi è una sorta di Chroma Key voluto.

Wow, fin troppo tecnico, praticamente il verde assorbe le immagini no?

Sì, diciamo che questa è la magia un pò più tecnico, e meno magico.

E’ affascinante stare qui dietro alla regia, ma voi uscite ogni tanto? Vedete la luce del sole?

No, siamo chiusi qua dentro per quindici giorni e non usciamo (ride ndr).

L’incontro “improvviso” con Claudio Arrigoni

Oh! Guarda chi c’è? Come stai Claudio Arrigoni? Stai per caso lavorando?

E’ sempre un piacere non è mai un disturbo.

Che cosa stai facendo?

Sto preparando la cerimonia d’apertura, perchè la commenteremo in diretta su Rai 3 quindi sarà una cosa molto bella, fra l’altro è prodotta da un italiano, ci son tanti italiani dentro, Marco Balich che è un fenomeno nella produzione di queste grandi cerimonie, quindi sarà bella, sarà bellissima, 4000 comparse, cori polifonici da tutta la Russia, quindi un pò da lavorare c’è.

Il punto della situazione con Sandro Fioravanti

Com è il clima?

Caldo, caldissimo, no diciamo che siamo in attesa di capire se l’Ucraina prenderà parte o meno, e abbiamo avuto questo primo caso di doping che in realtà vedremo quanto verrà considerato tale, lo sapremo a breve, tra due giorni questo piccolo processo tra virgolette per Igor, però per il resto grande attesa, con pessima neve purtroppo ma ha contraddistinto anche le olimpiadi questa condizione.

Sì infatti siamo stati al villaggio con gli atleti e ci hanno detto che le condizioni non sono per niente buone purtroppo si devono accontentare e devono gareggiare così.

Lo so, un pò come se Martina fosse costretta a fare la corsa campestre (ride ndr).

Sandro Fioravanti, inutile presentarlo perchè voi tutti lo seguite da tempo, noi anche, dobbiamo ringraziarlo per l’ospitalità che ci ha dato oggi veniamo a trovarlo anche domani, anche se loro sono pieni d’impegni però sono stati davvero gentilissimi. Grazie mille ancora.

Grazie a voi, venite quando volete.