Russian Kafè – Cominciano le gare – Day 6

Siamo arrivati allo stadio yeee!

Forza ragazzi vedete la bandierina , il mega stadio si sta riempiendo, c’è tanta gente, vedremo sfilare i ragazzi di tutte le nazioni, ci saranno ballerini,  cantanti, di tutto e di più. Il programma, allora, secondo la mia approfondita conoscenza del russo, abbiamo scritto: fasci di luce, ballerini, luce ancora, fantasia e show on. Sarà una bellissima, oh ci stanno pure fotografando qui da tutte le parti, sarà una bellissima manifestazione da seguire, vedete la bandierina ragazzi, siamo tutti con voi.Improvvisata fotografa d’assalto, lei la tiene e fa le foto, io guardo. C’è uno zoom spettacolare, arriva fino lì in fondo, eh io non sono abituata a queste cose,  la fotografa esperta qui sei tu.
Ah sì bè, allora andiamo bene, siamo apposto. Quindi forza ragazzi, forza Italia, siamo tutti con voi.

Impressioni sulla Cerimonia.

Martina come è andata la cerimonia d’apertura ieri sera, è stata bellissima, emozionante, tantissima gente, cosa hai sentito?
Sì è stato bellissimo, ho trattenuto un po’ la lacrimuccia, perché essere lì, io ero sugli spalti, però era come se fossi lì con loro, ho sentito proprio l’emozione del momento quando è stata chiamata l’Italia, e mi sono immedesimata in quello che provavano loro in quel momento,  e poi vederli, dall’obbiettivo insomma vederli sfilare che salutavano è stato davvero da pelle d’oca. Poi tutta la cerimonia è stata spettacolare, c’è stato il momento che hanno portato la bandiera dell’ IPC, ed hanno chiesto all’altoparlante “chi può si alzi” mi sono alzata e ho seguito l’innalzarsi della bandiera che dichiarava ufficialmente l’apertura dei Giochi Paralimpici.

Purtroppo stamattina non è andata come avremmo voluto, nel senso che per i risultati dei nostri atleti, abbiamo Melania Corradini che purtroppo è uscita di pista nella discesa libera e Alessandro Daldoss si è classificato, sempre per la discesa libera al sesto posto, Christian Lathner si è classificato ottavo sempre discesa libera e Pamela Novaglio nel Biathlon 6km standing è arrivata decima. Ci auguriamo che Melania non si sia fatta nulla di male, ovviamente e che i nostri ragazzi nei prossimi giorni possano recuperare, quindi forza ragazzi, mettetecela tutta.
Intanto noi oggi andremo a seguire l’Ice Sledge Hockey, Italia contro USA quindi forza, seconda chance per l’Italia oggi, saremo lì con voi a tifare alle 17 ore Italiane vi aspettiamo numerosi.

Forza Ragazzi. Ciao.

Il post-partita

Prima partita dell’Italia di hockey sul ghiaccio, speravamo andasse meglio, perso 5 a 1 con gol di Planker. Primo tempo diciamo è stato abbastanza equilibrato, secondo e terzo tempo siamo un pò calati purtroppo.Sì, si sono mangiati alcuni dischi, perchè non sono palle ma dischi, però ci sono state molte emozioni, soprattutto quando l’Italia andava all’attacco si sentiva gridare “Italia!” da tutto lo stadio. E’ stata equilibrata nella prima parte, poi non so cosa sia successo ai ragazzi, magari stanchezza non so. Comunque la prima partita è andata così, siamo fiduciosi per le prossime, aspettiamo domani alle ore 20 locali la Russia, vediamo come va speriamo bene. Il tifo non mancherà come non è mancato oggi, c’erano tutti gli altri ragazzi della Nazionale insieme a parenti qui sugli spalti, va bene così, gli Stati Uniti hanno giocato meglio quindi ci sta la sconfitta, un esordio che ci potevamo aspettare.
Non perdiamo il coraggio e forza ragazzi per domani!

Fine della giornata: quattro chiacchere con Elisabetta

Concludiamo la giornata dell’8 Marzo, festa della donna con Elisabetta, mamma di Melania Corradini, buonasera Elisabetta.
Buonasera.

Volevo chiederti quali sono le condizioni psico-fisiche, insomma come sta Melania?
Melania adesso sta bene, ha avuto una piccola, non tanto piccola, una bella caduta oggi nella discesa libera, comunque sostanzialmente sta bene. Non è particolarmente acciaccata diciamo. Piccole botte.

In super forma per il Super-G di lunedì?
Noi ci speriamo, ovviamente rientrare dopo una caduta, dopo essersi rotta una clavicola, non avendo potuto allenarsi al meglio, non è così semplice. Poi chiaramente una libera è una libera, poi il Super-G… Quel che viene viene.

Penso che adesso ci voglia tanto coraggio e volevo capire invece come è stata la dinamica della caduta di oggi e se magari le condizioni della neve possono avere influito.
Diciamo che oggi la neve non era bruttissima, anche perchè lei parte tra i primi numeri quindi si ritrova anche una pista liscia. Oggi il sole russo non è che ha fatto molti danni, finchè è partita lei poi ha scaldato di più. Inizialmente era buona. Sicuramente poi la mancanza d’allenamento non avendo potuto farlo per infortunio, vuoi per il maltempo perchè ha continuato a fare brutto tempo, poi tante cose che si son sommate, non arrivi pronto al giorno fatidico di una discesa libera e questo ci sta.

Ci sta e forse e forse adesso avrà ancora più voglia di dare il meglio di se. Facciamo un forte in bocca al lupo a Melania.
Mi aggrego all’imbocca al lupo, sono sicuro che la prossima volta andrà meglio, un saluto da Casa Italia Paralimpica da Martina Caironi e Riccarda Ambrosi. Grazie al nostro ospite, a presto.