Papa Francesco abbraccia gli sport paralimpici

Siamo finalmente al grande giorno, l’incontro con Papa Francesco in Aula Nervi. E’ il 4 ottobre e fin dalla mattina presto centinaia e centinaia di atleti disabili aspettano l’apertura dei cancelli…

Prima dell’udienza con il Santo Padre abbiamo varie esibizioni tra cui la cantante e sportiva Annalisa Minetti, la ballerina Simona Atzori e il musicista Max Tagliata oltre a vari interventi di atleti come Oscar De Pellegrin e Assunta Legnante e l’intervento del Tenente Colonnello Roberto Punzo.

Guardiamo ora le immagini dell’ingresso di Papa Francesco in aula Nervi e del suo incontro con il mondo paralimpico

Il discorso di Luca Pancalli

Il movimento paralimpico italiano e il movimento paralimpico internazionale è contraddistino da tre agytos, che rappresentano il corpo, la mente e lo spirito, la forza di chi è caduto ed è riuscito a rialzarsi e trova in se stesso la voglia, attraverso lo sport, di riprendersi la vita…sono sue parole Santo Padre, non lasciatevi rubare la speranza. Noi la coltiviamo attraverso lo sport, ho letto che un vincitore è soltanto un uomo che non smette mai di sognare e noi tutti continuiamo a sognare attraverso lo sport…

Le parole di Papa Francesco

Lo sport permette contatti e relazioni con persone che provengono da culture e ambienti diversi, ci abitua a vivere accogliendo le differenze, a fare di esse un’occasione preziosa di reciproco arricchimento e scoperta, soprattutto lo sport diventa un’occasione preziosa per riconoscersi con i fratelli e le sorelle in cammino…per favorire la cultura dell’iclusione e a respingere quella dello scarto…