FRANCESCA PORCELLATO: OBIETTIVO SOCHI 2014

Francesca Porcellato e lo sci nordico, un binomio che continua. A poco meno di un anno e mezzo dalle Paralimpiadi di Sochi 2014 Francesca Porcellato racconta come si sta preparando, la sua vita a Valeggio sul Mincio e il rapporto con il suo allenatore e compagno Dino Farinazzo.

“Da qui a Sochi 2014, unico obiettivo…Paralimpiadi Invernali, Sci di Fondo! racconta Francesca Porcellato. La preparazione è iniziata nell’Aprile 2012 con una preparazione ovviamente a “secco”, con carrozzina da corsa, handbike e potenziamento muscolare in palestra. Ci sono stati vari step di preparazione con i Campionati Italiani di Handbike a Giugno, con la Maratona di Berlino a Settembre con la carrozzina da corsa, a Dicembre con a Coppa del Mondo in Finlandia…mondiali a Febbraio in Svezia e poi pre-olimpica a Sochi a Marzo 2013. La pausa estiva del 2013 sarà pausa estiva per qualcun’altro ma non per me perchè sarà una grande estate di lavoro in programmazione di Sochi 2014 di conseguenza grande lavoro di potenziamento muscolare e di lavoro aerobico con la handbike e la carrozzina da corsa”.

Francesca Porcellato

I MIEI ALLENATORI

“Mi alleno prevalentemente con il mio compagno, Dino Farinazzo, che è anche il mio allenatore – spiega Francesca Porcellato – e che mi fa i ritmi con la bicicletta, mi fa le tabelle, mi aiuta e mi allena in palestra accompagnata dal mio allenatore di sci di fondo Alessandro Gamper e poi…tanti ragazzi che mi danno una mano negli allenamenti come accompagnarmi in bicicletta o farmi compagnia nelle mie lungher sedute di allenamento”.

VOLTI NUOVI

“Spero tanto – si augura Francesca Porcellato – che a Sochi non si parli solo di Porcellato e di altri nomi già conosciuti ma che ci siano dei volti nuovi, perchè comunque lo sport è bello, spero sempre che il numero dei praticanti cresca e che soprattutto che queste squadre si rinnovino. Ci sono dei volti nuovi che si stanno avvicinando adesso allo sci di fondo e speriamo che possano ben presto mostrare i loro numeri e il loro valore per poi essere presenti alle prossime Paralimpiadi di Sochi 2014”.

PARA-SNOWBOARD

“Parasnowboard è una nuova disciplina, è una neonata…è stata appena inserita nel programma paralimpico per Sochi 2014 ed è una nuova disciplina soprattutto per amputati dunque molto avvincente perchè noi sappiamo che con lo snowboard sono gare molto avvincenti e divertenti. Speriamo bene, speriamo che anche in questa disciplina l’Italia sappia mostrare il proprio valore”.

Francesca Porcellato

VALEGGIO SUL MINCIO

“E’ il mio amore…è il mio paese… – prosegue Francesca Porcellato – dove mi trovo molto bene, dove riesco ad allenarmi alla perfezione, dove mi sono integrata alla grande e le persone mi sostengono molto, sono i miei primi tifosi…però è anche un territorio notevole molto bello dove ho preparato tutte le mie competizioni. L’albero di Francesca è un alloro che è stato piantato in mio onore nella piazza del paese dopo la vittoria della medaglia d’oro a Vancouver…Ne vado orgogliosa perchè è stato piantato dalla gente del paese per ricordare le mie imprese…”

“Io sono cresciuta a tortellini e Bianco di Custoza…Non è proprio vero perchè non bevo vino ma i tortellini si…Sono una pietanza caratteristica di Valeggio sul Mincio, sono una delle primizie di Valeggio sul Mincio… (Mangio) Prevalentemente carboidrati, proteine, non una dieta particolare ma un’alimentazione sana con pochi grassi, pochi dolci purtroppo perchè a me piacciono molto…bilanciata!”

“Vorrei scrivermi sulla maglietta Ciao! perchè ovviamente mi salutano tutti…mi sostengono, mi applaudono, mi caricano…è fantastico veramente…un plauso ogni giorno e ne passo ogni giorno di ore in allenamento, dalle cinque alle sei ore al giorno di allenamento che bazzico per le belle strade di Valeggio, ed incontro sempre gente che mi incita e mi sostiene e devo dire che mi fa anche un gran bene perchè delle volte sono molto stanca, vorrei tornare a casa, non ho voglia di spingere sulla mia carrozzina o sulla mia bici e queste persone che mi incitano mi danno la forza di dare una nuova pedalata con più forza”.

LA TELECRONACA

“E’ molto emozionante, molto particolare – confessa Francesca Porcellato – quando ho rivisto le mie ex avversarie, le ragazze che correvano con me, è stato emozionante e la sensazione era quella di voler entrare negli schermi, di entrare in pista a spingerle e a farle andare più veloce possibile. E’ molto bello: mi piace molto gareggiare ma mi piace molto anche guardare ed incitare le persone che gareggiano. Devo dire che guardando gli occhi delle persone che conosci e degli atleti in generale, essendo io un’atleta, si può leggere una gara direttamente dagli occhi di queste persone…gli occhi sono lo specchio dell’anima ma anche dei sentimenti che stai provando in quel momento”.

LE GARE DI FRANCESCA PORCELLATO

“Ovviamente il chilometro sprint ma anche la 5 chilometri non mi dispiace e qualcuno mi ha anche accennato che vorrebbe che facessi la 10 km, ma adesso ci pensiamo un attimo, mi piace ma è un po lunghetta…vediamo…”

Francesca Porcellato

LE AVVERSARIE

“Russia, Bielorussia e Ucraina…sono toste…poi le olimpiadi saranno in casa loro e di conseguenza saranno ben preparate, però…le italiane si faranno ben vedere e son convinta che gli daranno filo da torcere…”

DINO

“Ovviamente Dino…mi raccomando! Ci deve essere per forza, lui c’è sempre, c’è sempre stato e ci sarà sempre…e tanti amici hanno detto che vogliono venire visto che non è proprio così distante…però è importante per me che ci sia Dino…il resto se ci sono mi va bene altrimenti pazienza…ma l’importante è che ci sia Dino. Prima di una gara ci guardiamo negli occhi, sappiamo già tutto e io so quello che devo fare…lui solo con gli occhi esprime tutta la carica che mi vuole dare…”

IL FUTURO

“Chiudo con la Nazionale di Sci però continuerò ad essere una sportiva, perchè lo sono nel cuore, lo sono nell’anima, continuerò a praticare sport, ovviamente fisico permettendo, non più ad alto livello. Per il resto…vi racconterò tante cose dopo Sochi…la mia famiglia dopo Sochi io spero che rimarrà questa, non ci saranno delle altre novità…Io & Dino, felicemente insieme…qualcuno mi vorrebbe vedere con l’abito bianco…mah – conclude Francesca Porcellato – vi faremo anche questo, magari anche prima di Sochi…chissà!!”