Cenare ASSIeme – Il disabile in cucina

Cucinare ASSIeme è il corso di cucina per persone disabili organizzato da ASSI onlus. l’Associazione Sociale Sportiva Invalidi fondata da Oscar De Pellegrin. Il corso, tenuto dallo chef Aldo Andriolo e al quale partecipano nove ragazzi disabili è articolato in sei incontri della durata ciascuno di tre ore durante i quali i ragazzi hanno la possibilità di cimentarsi nel cucinare le più svariate prelibatezze. Ma cosa significa cucinare ASSIeme? Ricercare insieme gli strumenti che possano favorire la preparazione delle pietanze a seconda del tipo di disabilità, acquisire la capacità di cucinare in autonomia e produrre un ricettario ASSI al termine del corso che sia il frutto delle esperienze vissute insieme.

Lo Chef Aldo Andriolo

“La mia passione nasce da lontano – racconta Aldo Andriolo – dalle cenette in compagnia con gli amici e da lì ho sempre continuato…mi serviva del lavoro anche per rilassarmi, quando facevo lavori impegnativi cucinare mi rilassava perchè quando cucini devi portare l’attenzione su quello che fai…”

“Insegnare significa rendere partecipi dei tuoi passaggi, quello che hai appreso…c’èe sempre un senso di soddisfazione nel fare in modo che anche altri provino gli stessi piaceri, le stesse soddisfafioni, la voglia di approfondire…poi magari capita che qualcuno riesca a far bene la soddisfazione è doppia”.

Autonomia in cucina

“Fare in modo che la persona disabile riesca a prepararsi da mangiare, riesca a fare quell’attività, semplice per tanti, ma difficile per alcune forme di disabilità e questo crea autonomia per poter vivere da soli, per poter invitare la ragazza o il ragazzo. Direi che è indispensabile cercare degli strumenti che non si trovano sul mercato: aprire un barattolo è una cosa molto difficile, abbiamo trovato una piccola apparecchiatura che consente di aprire il barattolo…e altre cose…”

“L’obiettivo di questo corso è quello di riuscire a fare in modo, come richiesto nella scheda preparatoria all’inizio, e rendere possibile alle persone che lo frequentano di preparare il piatto che a loro piace di più.

“Il gusto è la capacità di distinguere e apprezzare quelle che sono le caratteristiche del cibo che devi amarlo, trovarlo, sceglierlo…e poi il gusto arriva…!”

“La scarpetta è la manovra indispensabile che – conclude Aldo Andriolo – girare intorno alla pentola e al piatto e raccogliere il sughetto che rimane lì e ti dice: ohi…ti sei dimenticato di me? Ci sono anche io, coglimi, prendimi…”

Info