Associazione SPORTINSIEME Fara Sabina

ATTIVITA´ SPORTIVE ANCHE PER PERSONE DIVERSAMENTE ABILI

Nasce a Passo Corese nel 1991 per iniziativa di un gruppo di genitori intenzionati ad utilizzare lo sport, e l´atletica leggera in particolare, come mezzo per favorire la crescita personale, l´autonomia e la piena integrazione delle persone con disabilità mentale; è affiliata al Comitato Italiano Paralimpico e riconosciuta dal CONI.

L´integrazione attraverso lo sport

L´Associazione si ispira ai principi dell´educazione e dell´integrazione attraverso lo sport  dello Special Olympics Italia e ha come obiettivo primario quello di operare per la piena ed attiva integrazione sociale delle persone diversamente abili. Nel 2003 è stata premiata dal Coni per l´attività realizzata nell´anno.

Atletica Leggera, Equitazione, Bocce

La responsabile dell´Associazione Evelina Trovarelli ci introduce nel piccolo mondo di SPORTINSIEME  Fara Sabina, illustrando dove e come si svolgono le pratiche sportive, sottolineando soprattutto che si tratta di attività integrate svolte insieme ai normodotati. La stessa palestra, ad esempio nel caso dell´atletica, accoglie nel periodo invernale sia i ragazzi diversamente abili che gli altri, e così è capitato che questi ultimi, incuriositi dal lancio del vortex (un attrezzo sportivo utilizzato nelle categorie giovanili dell’atletica leggera come attrezzo da lancio propedeutico per il lancio del giavellotto), si siano avvicinati chiedendo spiegazioni e che in questo modo gli atleti con disabilità siano diventati i loro “istruttori”.

Quindi Paola Cestola, tecnico di equitazione del Comitato Italiano Paralimpico, descrive come  l´attività si svolga privilegiando non solo gli aspetti sportivi ma anche e soprattutto quelli della socialità, del divertimento e dell´integrazione. Non a caso SPORTINSIEME  Fara Sabina partecipa a tornei di equitazione con squadre miste, composte sia da ragazzi disabili che normodotati. Inoltre sottolinea come in particolare il rapporto uomo-animale possa essere importante per quanto riguarda l´equilibrio fisico, neuromotorio e psicomotorio della persona.

Chiude questa breve panoramica sulle attività e gli obiettivi di  SPORTINSIEME  Fara Sabina la testimonianza di Cristina Assenza, mamma di una giovane associata di ventuno anni, con una disabilità di comunicazione verbale e problemi di equilibrio fisico, che grazie all´equitazione, praticata fin dai sei anni di età,  e al conseguente rapporto con la natura ha tratto una serie di notevoli benefici, e come sia stato importante per lei socializzare e integrarsi in questa piccola comunità.