Staffetta femminile del Circolo Canottieri Aniene

Durante i Campionati di Società tenutisi l’8 e il 9 Giugno presso l’impianto sportivo del Salaria Sport Village di Roma abbiamo intervistato il quartetto femminile del Circolo Canottieri Aniene della staffetta 4×100 misti.

Le ragazze sono scese in vasca nel seguente ordine:

  • 1^ frazione 100 mt Dorso: Georgiana Victoria Bazdoaca
  • 2^ frazione 100 mt Rana: Immacolata Cerasuolo
  • 3^ frazione 100 mt Delfino: Stefania Chiaroni
  • 4^ frazione 100 mt Stile Libero: Lucilla Agliotti

Chiediamo a Immacolata Cerasuolo come sta andando la gara?

“…Ottima prestazione di Georgiana che è partita a dorso, una buona rimonta a rana mio con un bel distacco, Stefania non poteva fare meglio di quello che ha fatto, ha mantenuto una bella distanza tra noi e le seconde, e ora c’è Lucilla, poverina sono le sue prime gare, l’abbiamo lanciata in tutte queste gare, sta mantenendo bene e sta già anche tornando, mancano gli ultimi 40 metri, vediamo se c’è l’attivazione di Lucilla, vediamo il tempo conclusivo…”

Com’è andata la gara?

“…Bene bene, abbiamo fatto un grande risultato…”

Un grande risultato?

“…Abbiamo tolto qualche centesimo, diciamo cosi dai, abbiamo tolto 40″ al record italiano, siamo più che contente…”

Niente male

“…Siamo all’inizio, dobbiamo ancora crescere, c’è da vedere ancora…”

Immacolata Cerasuolo intervista le sue compagne

“…Inizio la Lucilla che è la prima staffetta che fà, da amica ad amica di squadra ti chiedo? Per la prima esperienza cosa ti aspettavi e cosa hai avuto?…”

Lucilla Agliotti: “…Ho avuto tantissimo perché ho conosciuto voi e ho creato una squadra ed un nuovo gruppo, io vengo dal canottaggio e il nuoto l’ho sempre visto come uno sport individuale, e invece gareggiare nella staffetta è stata una nuova impresa e una nuova sfida, quindi vi voglio bene, e cosa mi aspettavo? Sicuramente non mi aspettavo due record italiani in due giorni, solo per aver fatto un 100 metri stile ieri e un 100 metri stile oggi, quindi sono ultra felice, grazie ragazze…”

Stefania Chiaroni domanda a Immacolata Cerasuolo: Immacolata quali obiettivi ti poni per il nuoto?

“…Se fosse per me avrei anche smesso, perché ormai il mio l’ho fatto, però ti dico, ieri Daniele parlava di un Europeo, siccome una medaglia ad un europeo nella casa Cerasuolo manca, quasi quasi siccome l’anno prossimo c’è, ci penso quindi inizia ad aver paura perché entro in acqua e ti faccio male…”

Immacolata Cerasuolo domanda a Stefania Chiaroni: Qual’è il tuo obiettivo per i Mondiali di quest’anno?

“…se potrò essere nella squadra italiana l’obiettivo sono i 50 farfalla e poi entrare in finale…”

Lucilla Agliotti domanda alle sue compagne: Poiché sono l’ultima arrivata ed ho poca esperienza nel nuoto vorrei chiedere ad ognuno di voi qual’è la vostra specialità e perché?

Stefania Chiaroni:”…100 mt farfalla e 50 mt farlfalla…”

Immacolata Cerasuolo: “…lo stile che resterà sempre nel mio cuoricino è la rana, perché sono nata ranista, però poi il delfino è entrato a far parte mia della storia, perché ho vinto la medaglia d’oro alle Paralimpiadi di Atene, quindi penso che sia indimenticabile non parlare del delfino…”

Qual’era il tempo ad Atene?

“…anche il mio migliore, 1:23 poi ho fatto a Pechino 1:17, ci siamo anche migliorati, non sono riuscita a prendere la medaglia però va bene cosi…”

“…il mio stile erano i 50 delfino, però poi mi hanno cambiato la classe, quindi ora faccio i 100 farfalla i 100 dorso, e ora sto sperimentando anche i 50 e i 100 stile…”