Juri Prezzi | Il nuoto mi rende libero

Durante i Campionati Giovanili tenutesi a Sesto Calende abbiamo intervistato Juri Prezzi giovane promessa del nuoto paralimpico Italiano e gli abbiamo chiesto:

Qual è la tua specialità e in quale categoria gareggi?

“…Io gareggio nella categoria dell’S9, però è talmente tanto poco che nuoto che non ho ancora una specialità, mi diletto nei 50 dorso e nei 100 mt stile, poi lascio aperte tutte le porte per il futuro…”

Come ti sei avvicinato all’attività agonistica e sportiva?

“…Mi sono avvicinato perché mi sono operato due anni fa, poi non avevo il fiato che mi serviva per fare 10 metri in bici, e quindi sono andato a nuotare per fare un po’ di attività aerobica, poi sono andato allo sportello dell’Inail e mi hanno guidato da Daniele che è il mio allenatore e dopo siamo passati a nuotare agonisticamente…”

Juri Prezzi

Cos’è per te l’acqua?

“…Per me l’acqua è un modo che ho per sentirmi libero, perché riesco a fare tutto, in acqua non ci sono limitazioni, io dico sempre che l’acqua è un amica e se la sai gestire, anche se magari bevi mentre nuoti, però comunque sia è sempre bello, ti coccola dopo un po’ che ci nuoti…”

Cosa provi quando stai per iniziare una gara, quando sei li davanti alla tua amica?

“…Io provo un pochino di ansia, non sono uno che va nel panico molto prima di una gara, arrivo, faccio riscaldamento, inizio a provare qualche scatto ed è li che mi sento se sono in forma, e dopo quando comincio una gara spero che vada bene, e mi viene il panico 5 secondi prima di andare sul blocco, li c’è il pieno terrore però poi uno si sistema…”

Juri Prezzi

Ti ricordi che cosa hai provato la primissima volta che hai affrontato una gara?

“…La prima gara è stata a Bologna un anno fa, i 100 stile, la mia domanda è stata, riuscirò a finire?…”

Sei arrivato fino a qui e oggi hai vinto un bellissimo oro, quali sono i tuoi prossimi impegni con il nuoto?

“…I miei prossimi impegni sono, la prossima settimana grazie alla mia squadra, che è il Circolo Canottieri Aniene che mi finanzia andrò a Sheffield e farò la classificazione internazionale, cosi potrò essere più competitivo al livello internazionale, e poi verso Maggio sempre grazie al circolo avrò la possibilità di andare anche a Berlino…”

In bocca a lupo e speriamo di rivederci presto