Campionati Giovanili di nuoto paralimpico – Cantù 2014

Si sono svolti i campionati giovanili di nuoto paralimpico a Cantù, il 27 Aprile 2014, organizzati dalla Briantea 84. Ascolta le dichiarazioni raccolte a bordo vasca di alcuni dei protagonisti.

Maurizio Bregoli – Polisportiva Bresciana No Frontiere onlus

“Siamo molto contenti di questa gara, noi ci teniamo tantissimo ai ragazzi giovani, quindi per noi il campionato mondiale giovanile è una gara veramente importante. Noi siamo arrivati ieri essendo anche vicini all’impianto perchè noi teniamo moltissimo a fare gruppo, a far si che i ragazzi più grandi aiutino i ragazzi più piccoli. Abbiamo i ragazzini del 2002 che vedono come esempio i ragazzi più grandi e quindi possono vedere la loro carriera rispecchiarsi in quella dei ragazzi più grandi, quindi per noi è veramente molto importante. Già da ieri sera, già nell’organizzazione delle camere in cui mettiamo i ragazzini più abili insieme a quelli meno abili e quindi quelli meno abili riescono a sviluppare quelle autonomie che di solito non hanno. Per alcuni è stata la prima notte lontano dalle famiglie e questo è veramente importante e i risultati in gara oggi si sono visto e sono veramente molto soddisfatto, Federico Bicelli ha fatto la migliore prestazione maschile, tanti primati personali ma soprattutto tanto entusiasmo. Per noi è veramente importante che questi ragazzi crescano bene con la parola d’ordine di divertirsi, perchè è solo attraverso il divertimento che si potrà poi fare una carriera e si vedrà in futuro se andrà bene…”

Marika Dal Mastro – Assori Foggia

“Ho vinto due medaglie d’oro nei 50 farfalla e nei 50 stile libero – dichiara Marika –  sono molto contenta del risultato. Nuoto da tre anni e mezzo e sono allenata da Giuseppe Delli Carri e Daniele Di Palma, mi trovo molto bene con loro”.

Andrea Nadalet – Asd Fai Sport Udine

“Oggi ho gareggiato nei 100 rana ottenendo il mio miglior tempo e il record italiano assoluto 1.27,33 – afferma Andrea. E’ stata una gara impegnativa, soprattutto negli ultimi metri, ho visto che avevo il mio compagno a pochi metri da me, ho accelerato negli ultimi dieci metri e sono riuscito ad ottenere il record. Una bella soddisfazione veramente…”

Federico Bicelli – Polisportiva Bresciana No Frontiere

“Sono andato molto bene, sono molto felice delle mie gare – racconta Federico –  ho abbassato molto a stile, più di cinque secondi, e a dorso ho abbassato di un secondo e mezzo…sono molto contento. Sono arrivato a questi risultati con duro allenamento, mi alleno tutti i giorni da un bel pò di anni…l’allenamento serve…”

Camilla Luscrì e Giulia Belingeri – Aics Pavia nuoto

“Miglior prestazione femminile, ho fatto i 50 stile e i 50 dorso e mi sono guadagnata questa targa…mi piace molto nuotare…” dice Camilla

“Anche io – prosegue Giulia – ho due medaglie d’oro, è andata bene; ho gareggiato nei 100 stile e nei 100 rana”.

Claudio e Michela Padovan

“Ci sfoghiamo nell’acqua quando c’è il nervoso – spiega Claudio – poi ci fanno conoscere anche dei campioni olimpici come Filippo Magnini e Federica Pellegrini, che sono miei idoli. A livello sportivo – confessa Michela – i nostri sogni nel cassetto sono di fare le paralimpiadi, o nel 2016 o più avanti. A livello di studio il sogno è quello di diventare avvocato. Il mio sogno – dichiara Claudio – è di andare ai mondiali, olimpiadi, europei…in tutto il mondo…spero di arrivare al mio obiettivo che sono le paralimpiadi…”

Alessandro Pezzani – organizzatore Briante 84

“E’ stata una faticaccia, ci abbiamo impiegato tanto tempo, tante energie, e devo dire che tutta la squadra Briantea, Federico, Silvia, Chiara, Valentina, il presidente Alfredo e tutti quelli che non sto ora a nominare, veramente siamo un bel gruppo, una bella squadra, lavoriamo bene sia in vasca con i ragazzi che fuori e spero che sia piaciuto oggi questo evento…” conclude Alessandro.