Museo Tattile Statale Omero…dove l’arte si può toccare!

Il Museo Tattile Statale Omero è il primo museo in Italia che ha reso fruibile l’arte ai disabili sensoriali, particolarmente a quelli visivi, questo perchè è stato fondato da due non vedenti, il presidente Aldo Grassini e sua moglie, Daniela Bottegoni, che al ritorno da un viaggio erano comunque frustrati per non aver potuto fruire dell’arte che appunto dovrebbe essere accessibile a tutti.

Motivo per cui dal 1993 il museo ha cominciato a prendere forma, prima in un’aula scolastica di Ancona, dal 1999 è diventato statale perchè lo Stato ha riconosciuto la sua eccellenza in campo nazionale. Abbiamo una collezione d’arte molto importante, in realtà, perchè ormai sono circa 150, quasi 200, le opere che abbiamo in collezione, e partiamo proprio dall’arte greca con calchi rigorosamente al vero di gesso, passando poi all’arte romana e medievale alla zona rinascimentale e, cosa estremamente importante, l’arte contemporanea, che ha solamente opere originali di De Chirico, di Pomodoro, di Gonzaga, quindi opere che hanno un grosso valore sia a livello culturale sia a livello economico nel territorio non solo italiano ma anche internazionale. Ci stiamo preoccupando anche di formare degli operatori che siano in grado di rendere accessibili i servizi museali con dei corsi di aggiornamento, alcuni molto spesso gratuiti, che vengono fatti al Museo, di circa tre giorni, e rilasciano un attestao per far sì che i collaboratori possano poi essere in grado di portare sia persone disabili sensoriali che disabili motori. Tutte le informazioni potete trovarle sul sito che è www.museoomero.it e noi vi aspettiamo alla Mole Vanvitelliana che adesso ormai è la nostra sede principale e rimmarrà quella perchè è un monumento storico molto importante di Ancona.