Londra for all

Londra3London Eye, Madame Tussauds, Windsor Castle…cos’hanno in comune queste attrazioni turistiche oltre al fatto di trovarsi nella magica Londra? Insieme a molti altri luoghi da visitare nella capitale britannica e nella ricca Gran Bretagna, sono tutte attrazioni accessibili ai disabili!

L’accessibilità inizia dai trasporti

Oggi il Regno Unito è uno dei paesi in Europa più all’avanguardia nel campo del turismo accessibile. Ogni anno il governo mette in atto numerose misure per migliorare i servizi rivolti ai 12 milioni di disabili inglesi, premia l’eccellenza degli operatori del settore e misura regolarmente l’impatto del turismo for all sull’economia nazionale. L’intera categoria dei disabili, infatti, apporta all’economia britannica più di 2 miliardi di sterline.

Già durante le Paralimpiadi di Londra 2012 Ability Channel ha potuto verificare di persona ciò che decine e decine di siti e agenzie turistiche pubblicizzano a caratteri cubitali nelle loro home page e nei loro cataloghi, una Londra davvero for all. Ecco una piccola guida per iniziare a progettare la vostra prossima vacanza very english!

Londra in metro

Tutti gli aeroporti di Londra Heathrow, Gatwick, Stansted e Luton- così come gli autobus e i treni che li collegano al centro città dispongono dei servizi essenziali necessari alle persone con disabilità e mobilità ridotta.

In generale, le stazioni ferroviarie e aeroportuali prevedono ampi percorsi, bagni e sale d’attesa accessibili e possiedono rampe per facilitare l’imbarco sui mezzi di trasporto. Lo staff, in molti casi, fornisce assistenza immediata, anche senza aver effettuato la prenotazione.

Una volta arrivati in città, i percorsi accessibili continuano in metropolitana, sugli autobus e sui taxi. Nelle mappe disponibili in ogni stazione e in ogni punto d’informazione, le aree non attrezzate sono marcate con un simbolo blu.

Londra in carrozzina

Anche gli spostamenti fuori città sono studiati in modo tale da non creare problemi alle persone disabili. Per legge, tutti gli autobus del Regno Unito saranno accessibili entro il 2017. Ad oggi, l’accessibilità  è garantita nel 60% dei mezzi e dipende dalle aree in cui si sta viaggiando.

A Palazzo in sedia a rotelle

Il sito Visit Britain Shop offre una pagina interamente dedicata agli itinerari turistici accessibili ai disabili.
E ce n’è davvero per tutti i gusti. Per gli amanti di Hollywood, il museo di Madame Tussauds offre l’accesso nella maggior parte delle stanze, bagni attrezzati e l’ingresso gratuito per l’accompagnatore. La Torre di Londra, invece, dove è possibile ammirare gli scintillanti gioielli della Corona, prevede un percorso appositamente disegnato per i visitatori disabili. Non può mancare, poi, il tradizionale appuntamento pomeridiano con il tè delle cinque nei giardini di Kensington Palace, l’attuale dimora di William e Kate. E per i più piccoli, che ne dite di visitare i set cinematografici dei film di Harry Potter, totalmente accessibili ai disabili in carrozzina?! Con un apposito pass, inoltre, è possibile visitare giardini, castelli e monumenti preistorici in Inghilterra e Galles; in molte proprietà si può addirittura prendere in prestito una sedia a rotelle.