L’arco e il lago, l’avviamento allo sport a Trevignano

arco senza barriereUna giornata da ricordare quella del 28 ottobre a Trevignano. Il lago di Bracciano, che con le sue magnifiche gradazioni di azzurro ricorda i colori della Sardegna e il sole, che scalda l’aria rendendo la temperatura più simile alla tarda primavera che all’ autunno, fanno da cornice alla manifestazione Arco Baleno organizzata dalla Compagnia degli Etruschi di Trevignano Romano per promuovere la disciplina del tiro con l’arco. 

Tanti curiosi, molti bambini, persone disabili, giovani, anziani…tutti sulla linea di tiro per provare a scoccare la prima freccia. Già…perchè per chi non lo sapesse il tiro con l’arco è uno di quei pochi sport che rende tutti uguali, che annulla tutte le differenze, la disciplina ideale per includere ed integrare. Grande lavoro quindi per gli istruttori federali coadiuvati anche da medici e psicologi che hanno spiegato a tutti gli interventi l’importanza e i benefici dello sport.

Tra i tanti ospiti segnaliamo il presidente regionale della Fitarco Vittorio Polidori, l’arciere Fabio Tomasulo medaglia ai recenti Invictus Games, La nonna arciera Maria Terrazzano, Emiliano Malagoli e Chiara Valentini dell’associazione Di. Di. onlus, Antonio Spica di Access Emotion, il sindaco di Trevignano Claudia Maciucchi con gli assessori al sociale e allo sport Chiara Morichelli e Giovanna Seguiti, il fisioterapista Matteo Mazzarini.

Alessandra MosciUn grande successo il cui merito va attribuito innanzi tutto alla presidente della Compagnia degli Etruschi Alessandra Mosci, ragazza straordinaria per dedizione, passione ed amore che per giorni e giorni si è impegnata per questo evento molto importante anche per la città di Trevignano e per la sua amministrazione comunale sempre molto sensibile ai temi legati allo sport e al sociale, come anche per l’associazione Lago per tutti onlus impegnata da oltre un anno nel promuovere ed organizzare eventi come “Decisamente Abili“, le spiagge accessibili e i raduni della nazionale di calcio dei ragazzi amputati.

Un’altra pietra messa sul percorso che anche noi di Ability Channel e Lago per tutti onlus  abbiamo condiviso per rendere il nostro territorio sempre più bello e sempre più accessibile.

Guarda la foto gallery