La competizione di Boccia

La gara di BOCCIA ha certamente origine dal più famoso gioco delle bocce, forse il più antico gioco di cui si ha conoscenza. Questo tipo di competizione è entrato a far parte dello sport Paralimpico a partire dalla paralimpiadi del 1984 che si sono svolte a New York. Alle ultime paralimpiadi di Londra 2012, vi hanno preso parte 104 atleti. Il noto giornalista sportivo Claudio Arrigoni lo ha descritto sulla Gazzetta dello Sport come il gioco più bello del mondo…Proprio così.

COME SI GIOCA A BOCCIA

Lo sport della BOCCIA si può giocare in tre modalità: SINGOLO, IN COPPIA, A SQUADRE. Lo scopo è quello di lanciare una palla di cuoio, di piccole dimensioni, di colore diverso, il più vicino possibile ad un target costituito da una boccia bianca chiamato JACK.

La gara è composta di vari set durante i quali saranno lanciate sei bocce per parte ( 6 per la gara individuale, 3 per ogni giocatore della gara a coppie, 2 bocce per ogni giocatore della gara a squadre composta da tre atleti). E’ un tipo di competizione che necessita di grande concentrazione, pazienza e calma. In genere i giocatori che si dedicano a questa disciplina sono persone che hanno disabilità gravi: cerebrolesioni gravi, tetraparesi spastiche, gravi amputati, SLA, distrofia muscolare (come anche la distrofia di Duchenne, di Becker o dei Cingoli). Al termine di ogni set gli arbitri identificheranno la boccia o le bocce più vicine al JACK e determineranno il conseguente punteggio. Alla fine dei set previsti per ciascuna gara, a parità di punteggio, verrà effettuato un set supplementare che determinerà il vincitore.

I TRE TIPI DI GARA

  • La GARA INDIVIDUALE si gioca al meglio di 4 set. Ogni giocatore ha a disposizione 6 palle.
  • La GARA A COPPIA si gioca al meglio di quattro set. I quattro giocatori hanno a disposizione 3 palle ciascuno per effettuare la gara.
  • La GARA A SQUADRE si gioca al meglio di sei set. Tre giocatori per ogni squadra che avranno a disposizione 2 bocce per ogni set. In questo tipo di gara, come in quello di coppia, è consentita la presenza di un giocatore di riserva, ed è permessa ovviamente una sola sostituzione.

La gara di BOCCIA è considerata “open”, ossia possono partecipare uomini e donne insieme.

IL TERRENO DI GIOCO

La gara di BOCCIA viene effettuata su un terreno di gioco perfettamente liscio e su un campo, come illustrato sotto, che misura 12,5 metri di lunghezza per 6 metri di larghezza e deve prevedere una fascia di terreno libero, intorno al campo di gioco, di 2 metri.

La zona dove vengono effettuati i lanci è divisa in sei postazioni rettangolari dentro i quali gli atleti che partecipano devono sostare per tutta la durata della gara.

Boccia

LE CARATTERISTICHE DELLA BOCCIA

L’unico strumento di questo gioco è costituito da una BOCCIA realizzata in cuoio, come un piccolo pallone da calcio costituito dalla unione di vari pentagoni, grosso modo grande come una palla da tennis. A disposizione di questo sport sono previste diversi tipi di bocce di maggiore o minore durezza. Comunque devono rispettare le misure di 270 mm di diametro e il peso di 275 grammi ciascuna.

LA BOCCIA IN ITALIA

E’ stato recentemente effettuato un corso per allenatori e giudici di gara organizzato dalla FISPES, affidati ad esperti spagnoli di questa disciplina. Questo incontro è stato il primo di una serie di seminari che la FEDERAZIONE ITALIANA SPORT PARALIMPICI e SPERIMENTALI intende promuovere nei prossimi mesi per proseguire un percorso di avviamento e sensibilizzazione di questa disciplina paralimpica anche nel nostro Paese.