Italia fantastica: Annalisa, Oxana e Martina oro a Lione

Annalisa Minetti, Oxana Corso e Martina Caironi. C’è chi si conferma, c’è chi si migliora. Le ragazze di punta della nostra nazionale (insieme ad Assunta Legnante) hanno conquistato tre fantastiche medaglie d’oro ai Campionati del mondo IPC in corso di svolgimento a Lione, in Francia. Sul fatto che la squadra proposta dal nostro CT Mario Poletti fosse competitiva non c’erano dubbi. Ma se l’oro di Annalisa Minetti sugli 800 metri, dopo la beffa di Londra, era quasi scontato, anche se a questi livelli di scontato non c’è mai nulla, quello di Oxana Corso lo era certamente un pò meno così come quello di Martina Caironi nel salto in lungo.

Annalisa Minetti oro 800mt T11

Annalisa MinettiAnnalisa Minetti, con la nuova guida Stefano Ciallella, ha vinto la finale degli 800m T11 stabilendo anche il record dei campionati con 2:21.82, prevalendo sulla colombiana Maritza Arango Buitrago e la ceca Miroslava Sedlackova, rispettivamente argento e bronzo. Annalisa Minetti che veniva da una stagione difficile caratterizzata da problemi insistenti a una caviglia, a fine gara ha dichiarato: “Abbiamo lavorato moltissimo per essere qui Sono venuta da un infortunio che mi ha lasciato fuori dall’allenamento per 50 giorni, sono molto felice. La mia grande motivazione e quella di Stefano sono stati i nostri figli da cui siamo stati lontani tanto tempo.” Ha avuto inoltre parole di ringraziamento per il movimento paralimpico, per la sua società, le Fiamme Azzurre, il CIP e la Fispes.

Oxana Corso oro 100mt T35

Oxana CorsoMedaglia d’oro e record del mondo per la biondissima Oxana Corso che ha conquistato la vittoria nei 100m T35 in 15.63, migliorando il record del mondo di un centesimo di secondo. Queste le prime battute dell’atleta azzurra, visibilmente commossa, dopo aver tagliato il traguardo da vincitrice: “Ho tantissime emozioni dentro, non riesco a rendermi conto. Sono fiera di me stessa e di tutti quelli che mi hanno permesso di arrivare fin qui. Questo è il risultato di un anno duro di lavoro. Prima di entrare in campo, nella call room sentivo la testa scoppiare, forse era l’agitazione che arriva proprio nelle gare più importanti. Poi è successo di tutto. Ha iniziato a piovere e a tuonare poco prima del primo sparo, c’è stata una falsa partenza, ma nonostante questo ho tenuto la concentrazione al massimo.” Oxana Corso mai dimentica chi le sta intorno e l’aiuta nel conseguimento dei suoi risultati: parole di ringraziamento sono andate alla famiglia, ai tecnici e ai compagni di squadra.

Martina Caironi oro Salto in lungo T42

Martina CaironiIn attesa dei 100mt l’atleta bergamasca si è imposta anche nel salto in lungo con la misura di 4,25mt. Una vera fuoriclasse! Martina Caironi, che partiva favorita, ha così commentato la sua gara: “l’emozione l’ho sentita tutta tanto che oggi non sono riuscita nemmeno a mangiare. Questo è il primo gradino sotto le Paralimpiadi, il clima internazionale è bellissimo. Ho fatto il salto migliore al terzo tentativo che per me di solito è quello buono. Poi ho deciso di fermarmi, so di avere nelle gambe misure maggiori, però mancava qualcosa e mi sono detta, ma Kelly (Cartwright, la sua avversaria australiana) dove sei?

Medaglia di bronzo anche per l’intramontabile Alvise De Vidi nei 100mt T51 con il tempo di 23 e 58.

Annalisa, Oxana, Martina…portabandiera di un’Italia bella, dinamica e moderna, di un’Italia vincente, capace di rinnovarsi e di esprimersi con la forza, il coraggio, il sorriso e la bellezza delle nostre tre fantastiche ragazze!