I militari italiani agli “Invictus Games”

Immagine 26Presentato il team di atleti italiani che prenderannoo parte alla prima edizione degli Invictus Games di di Londra.

Il 17 luglio 2014, presso la residenza dell’Ambasciatore britannico in Italia Christopher Prentice, è stata presentata la squadra di atleti italiani che parteciperà alla prima edizione degli Invictus Games, i Giochi internazionali paralimpici voluti dal Principe della Casa Reale inglese Harry, che si terranno a Londra dal 10 al 14 settembre prossimi.

I militari italiani

L’Italia verrà rappresentata da una delegazione di militari disabili così composta:

• Col. Carlo Calcagni;
• Ten. Col. Alessandro Albamonte;
• Ten. Col. Gianfranco Paglia;
• Ten. Col. Roberto Punzo;
• Ten. Col. Pasquale Barriera;
• Ten.Col. Fabio Tomasulo;
• Mar. Bonaventura Bove;
• Mar. Giovanni Dati;
• C. Le Magg. Ca. Sc. Moreno Marchetti;
• C. Le Magg. Sc. Monica Contrafatto;
• 1° C. Le Magg. Domenico Russo;
• 1° C.Le Magg. Simone Careddu;
• C. Le Magg. Ca. Andrea Tomasello;
• App. Loreto Di Loreto.

Immagine 25Con chi si confrontano

I militari in quei cinque giorni si confronteranno con oltre 400 atleti provenienti da 14 diversi Paesi tra cui Afghanistan, USA, Regno Unito, Francia, Nuova Zelanda ecc., in 9 discipline atletiche presso il Queen Elizabeth Olympic Park e il Lee Valley Athletics Centre.

Invictus Games

Gli Invictus Games sono organizzati dalla Royal Foundation, fondata dal Principe Harry, dal Duca e dalla Duchessa di Cambridge, insieme al Ministero della Difesa britannico.

Il termine Invictus prende spunto dall’omonima poesia di William Ernest Henley, e celebra lo spirito “indomito” di uomini e donne con le stellette, i quali benché menomati hanno in se l’orgoglio, la volontà e lo spirito di dimostrare il loro valore in campo sportivo.

Il Colonnello Max Andrè Barbacini

Alla presenza dell’Ambasciatore, le Forze Armate italiane hanno ringraziato le autorità britanniche attraverso le parole del Colonnello Max Andrè Barbacini, Capo Ufficio Sport dello Stato Maggiore della Difesa: “Gli atleti militari italiani hanno reagito con entusiasmo all’invito a loro rivolto da SAR il Principe Harry a partecipare agli Invictus Games di Londra, una nuova sfida per rappresentare al meglio il tricolore nazionale. Un sentimento di profonda gratitudine ci accomuna tutti, nei confronti del vostro Paese che ha organizzato e creduto in questo evento straordinario dal significato profondo. Ad Maiora”.

L’Ambasciatore Britannico Christopher Prentice

Intervenuto lo stesso Ambasciatore Prentice, che ha dichiarato di essere “particolarmente lieto di incontrare gli atleti che difenderanno il tricolore italiano ai prossimi Invictus Games di Londra”. “Sono convinto – ha inoltre commentato l’Ambasciatore – che le squadre di Roma e Londra agli Invictus Games sapranno far dimenticare i risultati deludenti ottenuti dai colleghi calciatori ai recenti Mondiali in Brasile”.