Aspettando Rio

Nuoto paralimpico

BerraCielo azzurro e sole bollente. Non potrebbe essere diversamente in una giornata di agosto ad Ostia, l’antico porto di Roma antica sulla foce del Tevere. E’ mezzogiorno quando arriviamo al Centro Federale della Federazione Nuoto, una struttura molto bella e moderna con palestra, piscine, stanze comode e attrezzate. I ragazzi della nazionale di nuoto paralimpico scendono alla spicciolata. E’ l’ora di pranzo e i tecnici, Vincenzo Allocco, Enrico Testa e Riccardo Vernole, ci invitano a seguire il gruppo al ristorante.

Mai come in questa edizione dei giochi paralimpici di Rio la nazionale di nuoto si presenta con una squadra così numerosa e competitiva. Il lavoro che lo staff tecnico federale ha portato avanti in questi anni sta dando i suoi frutti.

Due lunghe tavolate, una con tutti i ragazzi e le ragazze, l’altra con lo staff al completo. Pasto energetico ma leggero. Ceci, fagioli, insalata, pasta fredda, bresaola e mozzarella. Ci concediamo (solo noi ed i tecnici…) anche un prosecchino. E poi un caffè, inutile tentativo per evitare l’abbiocco pomeridiano.

La foto di squadra

L’appuntamento è sotto il sole alle 15.30, a bordo piscina. Prima di iniziare l’allenamento, diviso in due sessioni, abbiamo programmato la foto della squadra. Monto su un instabile tavolino mentre Vincenzo Allocco, su direttiva del nostro Junior, dispone la squadra a falange, carrozzine davanti, seconde linee in piedi, tecnici e preparatori in retroguardia.

Francesca SecciC’è chi ride, chi chiude gli occhi, chi guarda dove non deve…però, nel complesso, tutti disciplinati. Pochi lampi dei flash e la foto è fatta. Gli allenamenti incombono, si ordina “il rompete le righe!”

Mentre i ragazzi entrano in acqua gli allenatori si dispongono lungo la piscina con i loro cronometri, smartphones e agendine con il programma di allenamento. L’atmosfera è tranquilla e serena, i ragazzi si impegnano con molta serietà ascoltando tutte le sollecitazioni e i suggerimenti che arrivano.

Tra una vasca e l’altra concludiamo le nostre interviste, scattiamo tonnellate di fotografie, consumiamo svariate bottigliette d’acqua correndo su e giù per il bordo piscina. Il sole tramonta sullo sguardo enigmatico e misterioso di Alessia Berra. Una delle esordienti alle prossime Paralimpiadi di Rio. Con i suoi scatti si chiude questa intensa giornata di sport e fotografia, una bella anteprima di quello che accadrà oltre oceano tra pochi giorni…

In bocca al lupo ragazzi!

Immagini di Michelangelo Gratton e Junior Ferreira per Ability Channel