TIZIANA NASI PRESIDENTE FISIP

Alla conferenza stampa di presentazione dei campionato del mondo di tiro con l´arco Ability Channel incontra Tiziana Nasi, presidente della FISIP, Federazione Italiana Sport Invernali Paralimpici e Presidente del Comitato Organizzatore del Campionato del mondo di tiro con l´arco.

Dagli sport invernali al Tiro con l´arco – “Quando ero presidente regionale del Comitato Paralimpico insieme a Mario Scarzella, Presidente della Fitarco, parlavamo di organizzare un grande evento qui a Torino dove inserire anche le discipline paralimpiche. Si cercava un Presidente da mettere a capo di questa organizzazione e Mario Scarzella aveva piacere che fossi io…” comincia così l´intervista a Tiziana Nasi. La concomitanza della stagione estiva rende compatibile l´incarico nel tiro con l´arco con quello di Presidente, costantemente operativo, della Federazione Italiana Sport Invernali Paralimpici.

 

Lo snowboard – Concluso questo grande impegno estivo Tiziana Nasi si dedicherà con ancora più energia ai suoi sport invernali a cominciare dallo snowboard “uno sport che piace tanto ai giovani e, ahimè, di giovani con disabilità ce ne sono molti”.

I primi nove mesi di FISIP – “Abbiamo cominciato con i campionati del mondo di sci alpino al Sestriere…dove non abbiamo avuto dei risultati straordinari, ma abbiamo avuto un grosso impulso perché – continua Tixiana Nasi – nazioni come la Francia sono cresciute moltissimo rispetto a Vancouver…avremo dei nuovi allenatori per i quali è previsto anche un piccolo corso di aggiornamento. Abbiamo avuto invece degli ottimi risultati – prosegue Tiziana Nasi – nei mondiali di sci nordico con Enzo Masiello e Francesca Porcellato, un argento e un bronzo per il primo e un bellissimo argento per la seconda che, tra l´altro, veniva da una preparazione fatta per l´atletica leggera.

Nuovi atleti – Ci sono ancora dei problemi con i giovanissimi però c´è “un ragazzo cieco, che ha cominciato a fare sci di fondo da pochissimo, è stato notato da Alessandro Camper (tecnico FISIP), ha veramente una buona tecnica, molto determinato con una gran voglia di fare…lo sci di fondo – sottolinea Tiziana Nasi – è uno sport di grande, grandissima fatica, è difficilissimo far avvicinare i giovani. Nei campionati di sci alpino ad Allaghe abbiamo notato diversi giovani tra i quali c´è sicuramente qualcuno su cui si può puntare.

L´alpino – oggi mi è venuto a trovare un alpino amputato Ferdinando Giannini, finalmente l´ho conosciuto, speriamo che ci dia una grossa mano perché lui si occupa del settore disabili dell´esercito. Abita in Puglia, lavora a Roma, ma gli piace molto sciare…”