Rio Maravilha – La fede

Il Cristo Redentore, il Pan di Zucchero, lo Chef Rubio, i presidenti di FISPES e FITET, Marco Gualandris e Marta Zanetti. In loro compagnia e visitando alcuni dei posti più emblematici di Rio de Janeiro abbiamo cercato di rispondere a “semplici” domande: Cos’è la fede? Tu in cosa credi?

O Cristo Redentor

Salire il monte Corcovado e trovarsi ai piedi di una delle sette meraviglie del mondo moderno, simbolo per molti credenti e non, è un’emozione indescrivibile. Ma non è facile capire cosa significhi credere veramente in qualcosa, che sia una religione, uno sport, un lavoro. Quella che comunemente viene chiamata fede non è nient’altro che l’insieme dei principi che ci aiutano a vivere la quotidianità con maggiore serenità e consapevolezza e che ci spronano a superare i nostri limiti, quella grande volontà che ci stimola a migliorare. Per molti il Cristo Redentore non è nient’altro che una meta turistica, per altri invece rappresenta un vero e proprio credo. Più in generale è sinonimo di fraternità, altruismo e amore.

O Pão de açúcar

Dal Pane di Zucchero si cambia prospettiva, il  Corcovado si può vedere in maniera distinta e chiara. L’enorme statua sopra la Baia di Guanabara appare adesso come un amico gentile e premuroso, che abbraccia tutta la città…che abbraccia il mondo intero. E’ rassicurante e fa riflettere, un genitore stoico e giusto.

Ci ricorda che bisogna esprimere sempre riconoscenza al creato, che il Karma è forse una forza giusta e pericolosa che ci insegna che è importante avere la consapevolezza di essere solo una piccola parte del Tutto.