Rio maravilha – Il colore

Il Brasile è colorato, si sa, ma trovare un colore per identificare questo meraviglioso paese non è una cosa facile. Visitando alcuni importanti luoghi di Rio de Janeiro, abbiamo provato a rispondere a questa domanda: cos’è il colore? Esiste il colore del Brasile?

Il colore di Santa Teresa e di Lapa

Se c’è una zona di Rio de Janeiro presa di mira dai bohémien è sicuramente quella di Santa Teresa e di Lapa, due quartieri colorati, musicali ed anche un po’ difficili che stanno però contribuendo ad alzare il livello artistico della città. Una delle mete turistiche più gettonate è sicuramente l’Escadaria Selarón; realizzata dall’artista cileno Jorge Selarón, è una vera opera d’arte. Selarón ha deciso di ornare questi 215 scalini con mosaici variopinti, specchietti e mattonelle che provengono da tutto il mondo.

Ogni mattonella è una storia da leggere, ogni mattonella è il colore, tutti i colori del Brasile che si fondono insieme. La popolazione del Brasile è colorata, le razze si mescolano, il colore dà gioia, vita, bellezza, è una meraviglia per gli occhi di tutte le persone del mondo che vengono in questo luogo…

Il colore del Brasile non esiste

In realtà il colore del Brasile non esiste, e lo abbiamo potuto capire visitando una struttura totalmente accessibile: il MAR, il Museo d’Arte di Rio che come l’Escadaria Selarón raccoglie i colori di tutto il mondo. E’ l’estetica concreta della vita, il collegamento fra i popoli in una mescolanza di sensazioni tutte diverse tra loro.

Il colore del Brasile non esiste, esiste il fascino delle diversità e la meraviglia del colore.