Lignano Master Open di tennistavolo

Si rinnova il tradizionale appuntamento con il Lignano Master Open di tennistavolo paralimpico che quest’anno vede raddoppiati i numeri perchè per la prima volta è stato inserito il campionato giovanile degli under 23 con 52 atleti presenti di cui 11 italiani tra cui si sono contraddistinti Matteo Orsi e Nicola Mosconi. Per quello che riguarda i master sono 194 gli atleti in rappresentanza di 31 nazioni, tra cui 21 atleti italiani e i 6 atleti che andranno alle paralimpiadi di Rio de Janeiro.

Le parole del CT Alessandro Arcigli

“Abbiamo vinto 7 medaglie nella gara under 23, due ori e 5 bronzi, 4 medaglie nelle gari individuali assolute, e non dimentichiamo che questo è un torneo fattore 40, qualificante per la partecipazione alle paralimpiadi di Rio…un torneo che conferma la nostra qualità generale, proverei a non parlare di individualità, provo a parlare del gruppo che ormai da tempo sta lavorando bene, un gruppo sempre più folto: eravamo qua in 26, 11 under 23 e 15 di valore assoluto, 6 qualificati alle paralimpiadi…”

“Ormai da tempo nel panorama pongistico paralimpico – spiega Alessandro Arcigli – si sono affacciati prepotentemente gli asiatici, cinesi e coreani sopra a tutti, però in numerose classi anche noi diremo la nostra. Seguendo le indicazioni del Comitato Paralimpico abbiamo deciso già da due anni di puntare per l’altissimo livello su un numero ristretto di atleti. Qui eravamo in 26, tutti bravi atleti, ma per le paralimpiadi abbiamo fatto in modo che si qualificasse un numero ristretto, 5 qualificati e uno pronto a subentrare, quindi a Rio saremo in 6…ricordiamo che a Londra eravamo in 10 e a Pechino in 13, questo può sembrare un andare indietro, invece è stata la consapevolezza di dover dare ai qualificati qualcosa in più rispetto al passato che ci ha fatto da un lato restrinfere la rosa, dall’altro aumentare la qualità…”

Fiat Autonomy

Ai Master Open di Lignano per il tennistavolo Fiat Autonomy ha dato un contributo importante fornendo una serie di mezzi utili per i l trasporto degli atleti disabili, mezzi forniti dei migliori ausili tecnologici ed allestiti dalle varie ditte italiane con cui Fiat Autonomy collabora, potendo così garantire un ottimo servizio per il trasporto degli atleti e delle persone disabili presenti a questo evento internazionale.