La canzone di Florian Planker

Florian Planker, il bomber della nazionale italiana di Ice Sledge Hockey è stato nominato portabandiera della delegazione azzurra che parteciperà alle prossime paralimpiadi invernali di PyeongChang in Corea. Questa la sua testimonianza e i suoi auguri di buon Natale e felice anno nuovo dopo aver ricevuto dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella la bandiera tricolore.

Il Natale

Natale per me non è solo una festa molto importante dal punto di vista religioso ma anche un momento dove tutta la famiglia si incontra a casa mia o a casa di mio fratello, con tutti i nipoti…un momento bello per stare insieme pensando a tutto quello che è successo durante l’anno, valorizzare la famiglia…però è anche un momento di festa per scambiarsi i regali con tutti i parenti e anche con tutti gli amici e anche in squadra lo facciamo volentieri…

La Famiglia

Senza il sostegno della moglie, che mi da sempre un pò di corda per poter seguire tutte le mie attività sportive…E’ sempre dalla mia parte così come anche tutto il resto della famiglia, mio fratello, mia sorella, i genitori, che mi hanno sempre sostenuto in questi anni, dall’inizio, da quando ho avuto l’incidente, sono stati fondamentali per la mia vita.

Il rispetto e l’onore

Il rispetto per me è conoscere le regole, stare ai patti, sia a livello sportivo che a livello sociale…attenersi alle regole, rispettare il proprio avversario oppure il compagno di lavoro oppure il compagno di squadra sempre con una buona dosa di educazione…

L’onore…di quello che uno ha fatto, di quello che uno ha raggiunto…l’essere contento, soddisfatto e fiero di ciò che uno ha fatto per se ma anche per la squadra, tutto il gruppo, i risultati raggiunti…l’onore di far parte di una certa squadra, di una certa nazione, di un certo gruppo lavorativo…

L’urlo

Noi urliamo in campo prima della partita, nello spogliatoio, nel momento in cui ci raggruppiamo tutti prima della partita per concentrarci e caricarci per andare poi decisi in campo a fare il meglio! Uno è il “Daù” che è molto simpatico…c’era il capitano, che era ancora Chiarotti, che urlava alla fine chi siamo noi? E noi tutti insieme gridavamo Daù, Daù, Daù, che sarebbe un animale particolare, un pò zoppo…come noi!

Il Tricolore

Il Tricolore è una cosa importante, è il punto più alto dello sport a livello nazionale, va onorato, va rispettato, si combatte non solo per la squadra ma anche appunto per il tricolore. Mattarella è il Presidente che mi ha consegnato la bandiera, ammetto che seguo più lo sport che la politica, lascio da parte certi temi e certe polemiche…Onorato di aver ricevuto la bandiera, è stata una bella giornata per la mia esperienza da sportivo, una grande soddisfazione personale e anche per la squadra. Essere il primo che entra, come un capitano, che porta la sua squadra all’interno dei giochi, al via di questo evento dove tutti si sono tanto preparati spendendo tanto tempo e tante ore di sudore e di fatica per arrivare a dare il massimo per fare il miglior risultato possibile sia personale che come squadra…spero di aver trasmesso la carica giusta a tutti come anche per me!

L’Africa

Il ghepardo è un animale bellissimo, mi ci vedo anche un pò nel senso che la velocità e l’agilità sono le mie caratteristiche sia nell’hockey ma anche da piccolo quando giocavo a calcio, un animale furbo e feroce che può fare danno in un attimo…

L’Africa è un continente bellissimo e grandissimo di cui purtroppo ho solo visitato due paesi, il Kenya e il Sud Africa e sono sempre rimasto affascinato dal safari, siamo andati sia in viaggio di nozze che con il cognato in vacanza…una terra bellissima, vorrei tornarci di nuovo con mia moglie per fare un bel safari e una bella vacanza!

Gli auguri di Florian Planker

Dal punto di vista sportivo auguro un anno pieno di soddisfazioni e di successi a tutti, serenità e gioia in famiglia, che tutto prpceda sempre bene, un anno senza infortuni, specialmente per i miei ragazzi di squadra, perchè sono tutti importanti e abbiam bisogno di tutti…Tanti auguri a tutti!