Folgaria accessibile a tutti!

Folgaria è una località ricca di tradizioni capace di regalare a tutti emozioni da non credere…perchè Freud, padre della psicanalisi, si rifugiava sulle rive del lago Lavarone…perchè alla tavola dell’imperatore d’Austria Francesco Giuseppe, marito della celebre Sissi, non mancavano mai i prodotti tipici di questi luoghi…e perchè ancora negli anni ’70 volti noti del cinema italiano come Tognazzi, la Pampanini, Sandra e Raimondo, trascorrevano qui le loro vacanze? Cosa ha di tanto speciale questo posto? Scopriamolo insieme…

Storia, Natura e Gastronomia

Schermata 2015-04-20 a 17.28.34E’ un piccolo paesino di montagna di 3000 anime, molto allegro e colorato, soprattutto accessibile: la sua strada principale è pedonale e la si può percorrere tranquillamente in carrozzina, se poi hai il ruotino…ancora meglio! Siamo a Folgaria, una località turistica molto amata sia d’inverno che d’estate a quasi 1200 s.l.m., facilmente raggiungibile dall’autostrada del Brennero.

Cos’ha di speciale questo posto?

Schermata 2015-04-20 a 17.28.54“Di speciale – spiega Daniela Vecchiato dell’APT – ha questi luoghi che sono veramente unici, partendo proprio dal Lago di Lavarone, scelto da Freud per le vacanze estive, è un luogo bucolico, dove il silenzio e il relax la fanno da padroni, ma così come il formaggio Vezzena per i buongustai…per questo l’imperatore d’Austria aveva scelto proprio nel Vezzena una pietanza che allietava le sue vacanze estive, ma pensate anche a campioni dello sport come Ivan Lendl, che veniva qui d’estate per preparare la sua stagione tennistica, o Raimondo Vianello, Sandra Mondaini…da sempre una località che per l’alternanza di paesaggi e di possibilità che offre amata da molti personaggi famosi ma, fortunatamente, anche da tante persone che arrivano dall’Italia e dall’estero per conoscere e vivere questi luoghi…”

Folgaria accessibile ai disabili

Folgaria è facilmente raggiungibile dall’autostrada del Brennero ed è accessibile ai turisti…qual’è lo sforzo che il Comune sta facendo in questo ambito, quello del turismo accessibile?

Schermata 2015-04-20 a 17.29.06“Noi da più anni abbiamo investito in questo settore – sottolinea Maurizio Toller, sindaco di Folgaria – abbiamo iniziato prima con gli edifici pubblici e comunali, poi nella politica d’investimento per quanto riguarda i servizi, cito ad esempio i marciapiedi, i parchi gioco, le varie aree di arredo urbano, noi abbiamo seguito questa regola per fare in modo che tutte queste aree fossero adibite e frequentabili anche da persone che hanno problemi di mobilità. L’abbiamo fatto poi, in una fase successiva, anche per quello che riguarda le infrastrutture sportive: stiamo completando alcuni investimenti importanti, un palaghiaccio sicuramente all’avanguardia, un campèo da golf e tutta una serie di attrattive con percorsi ciclo pedonali ma, soprattutto, 40 sentieri, collegati con la natura, con l’ambiente e già con sei sentieri che da quest’estate verranno dedicati alle persone disabili…”

Le piste di sci di Folgaria accessibili ai disabili

Schermata 2015-04-20 a 17.29.21La pista dove ci troviamo oggi è una delle 31 piste del comprensorio di Folgaria, pensa…70km di montagne innevate con questa neve splendida…inoltre ci sono 22 impianti di risalita che ti possono portare ovunque vorrai. La cosa più bella è che tutte queste piste sono accessibili ai disabili…e chi ce lo può spiegare meglio di Tommaso Balasso, della mitica coppia Tom & Jerry che, alle varie paralimpiadi, hanno vinto, insieme, un oro, 5 argenti e 3 bronzi.

“Folgaria è accessibile perchè abbiamo formato le persone degli impianti – afferma Tommaso Balasso di Scie di Passione – quindi quando una persona all’interno del monosci o una persona non vedente arriva a prendere la seggiovia, i tecnici sono preparati, sanno cosa devono fare perchè abbiamo fatto loro della formazione…accessibilità significa avere l’autonomia di fermarsi nelle baite a bersi un caffè piuttosto che andare in un servizio, vuol dire parcheggi…vuol dire tutta una serie di cose, non solo materiali, ma anche psicologiche, che siamo riusciti a sbloccare qui a Folgaria… Grazie Folgaria, perchè ha voluto ricevere questo messaggio e ci sta dando un feedback incredibile!”

Gli 80 km di piste sono tutti accessibili? Posso andare ovunque?

“Tu puoi parcheggiare qui a Fondo Grande e andare fino alla parte Veneta, quindi dal Trentino passi in Veneto liberamente e autonomamente…” conclude Tommaso Balasso.

Sciare in Alpe Cimbra: Scie di Passione

Schermata 2015-04-20 a 17.29.32Hai mai pensato di sciare? In completa autonomia o con l’aiuto di maestri di sci davvero qualificati qui ce ne è per tutti…grazie alla scuole Scie di Passione puoi prendere lezioni di sci nordico, sci alpino e parasnowboard, in un contesto completamente accessibile dagli impianti ai rifugi…

“La scuola è nata quattro anni fa – racconta Stefano Carbone – grazie all’amicizia di un piccolo gruppo di maestro di sci…siamo subito partiti con l’idea e il progetto di portare anche i disabili sulla neve e, soprattutto, grazie alla competenza di tutti i maestri è possibile veramente per tutti i ragazzi con qualsiasi caratteristica provare quell’emozione che solo la neve e la montagna sa regalare…non solo sci alpino ma anche snowboard e sci di fondo…”

Food4All…Il Rifugio accessibile

Food4all è il principale rifugio di Passo Coe, accessibile a tutti i disabili non solo per i suoi servizi ma anche per il suo delizioso menù…assaggiamolo insieme!

Schermata 2015-04-20 a 17.29.44“Qui abbiamo tre piatti tipici trentini – spiega lo chef Gianluigi Casetti – il primo è il canederlo, pane raffermo con speck, uovo, latte, cipolla ed erba cipollina…si mette tutto insieme e si fanno delle palle che vengono cotte poi nel brodo…poi abbiamo lo stinco di maiale cotto al forno, io lo lascio macerare per una notte con del vino o con della birra a secondo dei gusti e ovviamente con vari condimenti…poi il gulash, che è una parte di manzo chiamato campanello, tagliato a dadini e cotto con una buona parte di cipolla, odori, paprika forte e concentrato di pomodoro, poi viene allungato del brodo che viene preparato con gli scarti che si ottengono dalla pulizia del campanello…”

Schermata 2015-04-20 a 17.29.56“Il Food4All è un rifugio nato nel 2012 – racconta Davide Moscheni responsabile del rifugio – in collaborazione con la scuola Scie di Passione che ha sposato interamente il concetto del 4All; il rifugio non è in una posizione strategica ma lo abbiamo adattato in modo che sia completamente accessibile a qualsiasi tipo di disabilità, infatti abbiamo una rampa calcolata con l’8% come prevede la norma, abbiamo le porte più larghe del normale per consentire ai disabili di entrare anche con carrozzine più ampie, abbiamo il bagno accessibile… Oltre alla parte tecnica e pratica abbiamo cercato di integrare il 4All anche in quello che cuciniamo…infatti oltre alla cucina tipica baverese tipica qui di Passo Coe abbiamo inserito tutte quelle che sono le possibilità alimentari per chi con l’alimentazione ha dei problemi, abbiamo dei piatti senza glutine, abbiamo dei piatti per chi segue la dieta vegana, per i vegetariani…cerchiamo di dare un pò a 360 gradi la cucina proprio 4All!”

Schermata 2015-04-20 a 17.30.09Sotto questo splendido sole si conclude la nostra avventura sulle nevi dell’Alpe Cimbra…dopo i cani da slitta, lo sci nordico e lo sci alpino non poteva mancare il parasnowboard… Ora non hai più scuse! Prenota la tua vacanza! Da Folgaria, per Ability Channel…il mitico Andrea Bui e la fantastica Giorgia Pizziali!!!