FLORIAN FLOK PLANKER, CAMPIONE DI ICE SLEDGE HOCKEY

Florian Flok Planker è campione europeo con la Nazionale Italiana di Ice Sledge Hockey . Si racconta ai microfoni di Ability Channel, un’intervista che avviene nel suo Garni di Famiglia, posto su una collina che domina Selva di Val Gardena, nota località turistica dell’ Alto Adige, in compagnia del suo cane Tommy.

Florian Planker: I primi Passi Verso Lo Sport

Florian Planker vive a Selva di Val Gardena, cittadina incastonata tra le meravigliose cime delle Dolomiti, dove è cresciuto con i suoi cugini. E’ il terzo di una famiglia di sei. Il papà faceva lo sculture mentre la mamma lavorava nel Garni. Inizia a giocare ad Hockey su chiaccio all´età di quattro anni insieme ai suoi amici, nel campetto sportivo del paese che durante la stagione invernale diventava puntualmente una lastra di ghiaccio. Oggi il campetto non esiste più ed stato rimpiazzato dal nuovo stadio del ghiaccio.

Florian Planker: L´Incidente

Florian Planker prosegue la sua avventura sportiva praticando Hockey su ghiaccio fino all´età di 17 anni, quando la sua vita cambia per sempre. In seguito ad un incidente apparentemente non molto grave avvenuto in sella alla sua moto 125 su una strada bagnata, un´infezione colpisce la gamba sinistra. L’aggravarsi della situazione obbliga i medici a decidere per l´amputazione. E’ un momento drammatico che colpisce tutta la famiglia del giovane atleta ma che riesce ad affrontarlo e superarlo con grande coraggio e determinazione fino al ritorno ad una vita normale.

Florian Planker: Il Ritorno Ad Una Vita Normale

Dopo l´incidente Florian Planker riprende possesso della sua vita e decide di tornare nel mondo dello sport dedicandosi allo sci. In pochissimo tempo conquista la maglia azzurra della nazionale, partecipa alle gare di Coppa Europa e Coppa del Mondo, raggiungendo buoni risultati a livello agonistico. Ma l´amore per l´Hockey su ghiaccio non era mai tramontato, così decide di tornare a praticare la sua vecchia passione nella squadra di Ice Sledge Hockey delle Aquile del Sudtirolo. Da quel momento in poi la sua avventura sportiva lo porta a visitare luoghi meravigliosi, stringendo rapporti di amicizia con ragazzi di tutto il mondo che come lui hanno saputo rialzarsi e tornare ad una nuova vita normale con nuovi stimoli e nuove soddisfazioni, quelle stesse soddisfazioni che lo hanno portato alla partecipazione delle Paralimpiadi di Vancouver del 2010 e al titolo europeo conquistato a Marzo del 2011, dove, tra l’altro, è stato anche il marcatore più prolifico..

Florian Planker: Il futuro

Florian Planker oggi è felicemente sposato con Evelina, che conosceva già dai tempi dell’asilo, e padre di una bellissima bambina, durante l´intervista ci ha raccontato del suo riavvicinamento con la propria compagna all’età di vent’anni dopo che si erano persi un po di vista. Ora abitano tutti insieme a Selva di Val Gardena. In futuro Florian Planker, che ha sempre fatto sport nella vita,  vorrà continuare ad essere un buon atleta, a stare con altri che praticano lo sport come lui,ma con uno sguardo rivolto verso l´insegnamento della disciplina dello sci, che per primo gli ha insegnato e dato tanto. Lo sport è vita, ti da valori importantissimi. Lo sport paralimpico lo è ancora più perchè da ancora più importanza alla tua persona.