Danilo Ragona – Le ricerche pazze di un giovane designer

Danilo Ragona è un giovane designer torinese divenuto famoso per aver progettato e realizzato carrozzine per disabili completamente innovative. In questa intervista parla della bellezza, dello stile, dei suoi progetti, delle sue attività.

La creatività e la moda

“La mia passione come designer – racconta Danilo Ragona –  nasce un pò incentivata dalla mia creatività. Mi sono ritrovato a 21 anni ad aver avuto questo incidente (che mi ha messo in carrozzina)… la prima cosa che ho fatto è stata aver accettato il cambiamento, quindi ho deciso di rimettermi in moto e di capire i miei nuovi equilibri. Questa cosa mi ha portato più sicurezza e allora ho ridato sfogo alla mia creatività e mi sono chiesto come questa creatività potesse diventare funzionale nella mia vita quotidiana o eventualmente per altre persone e qundi ho trovato all’Istituto Europeo di Design quella possibilità di dar vita a qualcosa che potesse diventare qualcosa di reale”.

Danilo Ragona e le modelle in carrozzina

“Voi immaginate di dover far sfilare una modella – prosegue Danilo Ragona – così attenta in ogni dettaglio, al capello, dove viene messo, allìaccessorio…e poi entra con un paio di pantofole! Si distrugge tutta l’immagine anche di tutti gli stilisti, di tutte le persone, di tutto quel mondo che c’è dietro a quel momento. Fino ad oggi la carrozzina è sempre stata l’ausilio che entrava ed accompagnava la modella che si cercava di rendere il più bella possibile. Ma non funzionava. Oggi, il più grande traguardo è stato poter far indossare queste carrozzine in coordinato agli abiti delle modelle: quindi la carrozzina non più un oggetto che accompagnava ma un oggetto che si coordinava assieme all’abito!”

“Anche da parte di tutto il pubblico c’è stata…sono tutti rimasti a bocca aperta…la sensazione di alcune persone…erano più contente, più attente a quando entravano le modelle in carrozzina di quanto non fossero quando entravano le modelle in piedi…”

“Lo stile a cui mi ispiro e su cui faccio design…mi guardo attorno e guardo dove la società sta andando. Oggi la tendenza la fa la grossa industria, i grossi business, che sono l’auto, che sono le moto, le competizioni, sono soprattutto la moda che viviamo grazie al made in Italy, che è la moda, il design…”

La carrozzina in vetrina

“Ho fatto due percorsi  – spiega Danilo Ragona –  uno di entrare nel mondo del design, ed infatti con la menzione premio Compasso d’oro che ha vinto questa carrozzina, si è posizionato ed ho raggiunto quel mondo che era il mondo del design, che non mi ha fatto di certo vendere carrozzine ma mi ha dato la possibilità di cambiare la visione su questo prodotto; il passo successivo è stata la collaborazione nata con Italia Indipendent, con Lapo Elkan, abbiamo fatto una carrozzina in coordinato agli abiti e agli accessori del suo brand; quindi per la prima volta nel 2012 è entrata una carrozzina in vetrina che si coordinava con l’orologio, con la maglietta, i tessuti utilizzati sulla carrozzina erano gli stessi tessuti utilizzati sulla maglietta”.

Danilo Ragona in viaggio

“Le mie passioni sono scoprire le diversità che scopro con il viaggio. Quindi da designer ed imprenditore a viaggiatore insieme al mio grande amico Luca Paiardi: quattro anni fa abbiamo deciso di viaggiare per scoprire le nostre nuove possibilità ma soprattutto con l’obiettivo, oltre che vivere esperienze, capire come queste esperienze che abbiamo vissuto noi da pazzi potessero essere per altre persone”.

“L’allegria è quello stato d’animo che da felicità che quando la riesci a condividere con altre persone genera ancora più allegria. Perchè da solo l’allegria dura poco…

“Si fanno esperienze spesso fuori dal comune, difficilmente vedi uno in giro sotto l’uragano a Miami che va in giro con una ruota elettrica, con la ragazza dietro in piedi su una biga che vanno a 25km/ora per vivere la città e conoscerla nonostante le ruote…Il tutto diventa più entusiasmante perchè vediamo che le persone che ci circondano ci fotografano, ci guardano con energia positiva e questa cosa ti da una carica che ti stimola a fare altre cose pazze”.

“Abbiamo deciso di raccontare esclusivamente le cose che si possono fare nonostante la difficoltà, quindi portare in giro questo messaggio: si può!”

Fixed

“La carrozzina che oggi indosso, la carrozzina fixed, nasce con l’intenzione di un prodotto che rappresentasse la mia personalità e di un prodotto che potesse essere multifunzionale nella vita quotidiana: si esce di casa, si carica la carrozzina in auto, non sempre è tutto asfaltato, si va fuoristrada, spesso si va sulla sabbia poi incroci l’amico che ti chiede di andare a giocare con lui a tennis… Quindi nasce Fixed, la carrozzina che solo con degli accessori può essere multifunzionale, infatti inizialmente non si chiamava Fixed ma Be Free. Era una carrozzina che avevo brevettato e la sua innovazione era che diventava la prima carrozzina super compatta che stava in uno zaino e qundi risolveva tutti quei problemi d’ingombro…forse non tutti sanno che quando si vola la carrozzina viene messa in stiva e spesso, come succede ai bagagli, non arriva con te. Solo con degli accessori puoi andare fuoristrada, sulla sabbia, sulla neve, fare sport a livello amatoriale…mentre oggi, senza questo prodotto ci vuole una carrozzina specifica per ogni situazione. Non è detto che tutti abbiano lo spazio per caricare 2 o 3 carrozzine o i soldi per acquistarne altrettante”.

“La mia era una piccola start-up nata a Torino ed avevo bisogno di qualcuno che avesse esperienza e che fosse più una realtà solida e quindi ho trovato un partner con cui abbiamo messo esperienza e creatività assieme e abbiamo dato vita a questo nuovo modello di carrozzina: Fixed. Oggi OffCarr ha saputo mettere la capacità e l’esperienza della produzione e della commercializzazione ma soprattutto – conclude Danilo Ragona – ha avuto la capacità e il coraggio di aprire le porte ed uscire fuori da quel mondo medicale, molto condizionato dal mondo degli ausili, e provato ad ascoltare un pò le ricerche pazze di un giovane designer!”