Casa Domotica: SM4ALL

Le telecamere di Ability Channel hanno ripreso la Dimostrazione della nuova casa intelligente ad accessibilità ampliata (casa domotica) presentata dal Professore Roberto Baldoni coordinatore del progetto SM4ALL.

casa domotica

Casa Domotica: quando è partita l’idea di questo progetto?

“L’idea è nata nel 2007, da un gruppo di ricercatori, che aveva interessi, da una parte nella brain computer interface, questa possibilità di interfacciare direttamente le onde cerebrali del cervello con il computer e dall’altra parte esperti di software, a quel punto è nata l’idea di cercare di realizzare una casa che potesse essere governata direttamente con il pensiero.

casa domotica

Casa Domotica: come funziona la Brain Computer Interface?

Un ingegnere spiega il funzionamento della strumentazione: “ogni volta che il soggetto si concentra su un’icona, si ha una deflezione positiva del segnale G dell’onda cerebrale, in corrispondenza di quell’icona specifica mentre invece non la sia avrà su tutte le altre, quindi il sistema riconosce quale icona si stia guardando.

Inoltre, con il il Brain Computer Interface si possono fare tutte le azioni per controllare la casa. Il BCI è una delle tante periferiche di input che si possono utilizzare, come un palmare o un telefonino, è quindi una possibile soluzione per le persone affette da disabilità neouromotori.

“Portare avanti la ricerca sulla Brain Computer Interface è un qualche cosa che probabilmente impatterà sul mercato in cinque, sei o sette anni, invece avere il sistema software che può utilizzare tutti i dispositivi all’interno delle case, come gli elettro domestici, oppure aggiungere sensori, attuatori, movimentatori di tende, apertura automatica di tapparelle ecc… questa è una casa che potrebbe andare sul mercato veramente in un tempo molto breve, anche in pochi mesi, l’importante sarebbe riuscire a trovare dei finanziatori o delle aziende interessate a poter portare avanti e rende questa cosa una realtà, arrivare ad un SM4ALL Home Pack”.

casa domotica

Casa Domotica: quanto costerebbe ad oggi per una persona disporre di una casa domotica?

“Per questo tipo di casa siamo nell’ordine dei 5.000 – 6.000 euro senza la Brain Computer Interface, se invece abbiamo l´interfaccia cervello-computer allora li i costi salgono molto, andiamo sull´ordine dei 20.000 – 30.000 euro, costi che un domani potrebbero essere più bassi non appena la tecnologia entrerà e riuscirà ad abbattere i costi, ed è stato proprio un degli obiettivi del progetto quello di avere case intelligenti a costi assolutamente contenuti”.

casa domotica

Casa Domotica: quanto costerà alla fine il progetto?

“Il progetto è di 8.000.000 di euro, è un finanziamento europeo costituito da un consorzio di università, enti di ricerca, consorzio guidato dall’Università La Sapienza e che vede dentro grandi istituti di ricerca Svedesi, Olandesi, Austriaci e anche grandi aziende di sviluppo”.