CALCIO DISABILI: IL CONTRIBUTO DELL’AS ROMA

Calcio disabili: la AS Roma calcio ha ospitato nel Centro Sportivo di Trigoria Francesco Messori, il giovane ragazzo di Correggio che sta costruendo la prima squadra di ragazzi amputati.

CALCIO DISABILI: LA FAVOLA DI FRANCESCO CONTINUA…

calcio disabiliLa favola di Francesco continua. Infatti dopo esser riusciti a cambiare il regolamento che prima impediva ai ragazzi con le stampelle di poter giocare a pallone, anche il calcio professionistico si è accorto di questi fantastici giovani. Francesco Messori, in rappresentanza di tutti i suoi compagni di squadra, è venuto al Centro Sportivo della Roma “Fulvio Bernardini” a conoscere Francesco Totti e gli altri giocatori. Ha giocato a pallone con Erik Lamela e Franco Baldini, Direttore Generale della Società.

E’ stata un’esperienza importante, per sensibilizzare sempre di più un maggior numero di persone e per far si che questo sogno diventi veramente al più presto una realtà concreta.

L’INCONTRO CON FRANCESCO TOTTI

All’inizio della mattinata Francesco Messori ha incontrato Francesco Totti nel bar del Centro Sportivo della Roma; il capitano giallorosso si è informato sulla squadra degli amputati e ha scherzato con il piccolo campione del calcio disabili a cui ha regalato la maglia ufficiale con il suo nome e tanto di dedica.

CALCIO DISABILI – QUANTA BELLEZZA LA VISITA DI FRANCESCO…

calcio disabili“Intanto siamo noi a ringraziare voi di Ability Channel – dichiara il Direttore Generale della AS Roma Franco Baldini – perchè se ogni tanto in mezzo a tutto il mare di nefandezze che ogni giorno commettiamo…c’è ancora una volta la possibilità di fare una cosa buona…quindi siamo noi che ringraziamo voi…”

“E’ stato un incontro fantastico…il ragazzo è di una forza, una serenità, che è assolutamente da prendere ad esempio, tant’è vero che vi racconterò un particolare: mentre scambiavo la palla con lui…Sabatini, il nostro Direttore Sportivo, ha voluto che il fotografo gli facesse una foto per poterla portare a casa e mostrarla a suo figlio…quindi questo la dice lunga su quanta bellezza ha portato la visita di Francesco a Trigoria. Quindi siamo molto felice che lui possa vivere la giornata di oggi e di domani sera allo stadio e speriamo di potergli offrire anche un buono spettacolo…”

CALCIO DISABILI: I PIPISTRELLI

“In Argentina – racconta il difensore centrale della Roma Nicolas Burdisso – c’è la nazionale… si chiamano i pipistrelli, quelli non vedenti…che sono arrivati in semifinale adesso alle paralimpiadi…hanno un pallone con dentro il suono…sono bravissimi, abbiamo fatto una volta una partita e hanno messo anche a noi la mascherina…sono bravissimi…”

CALCIO PROFESSIONISTICO E CALCIO DISABILI

calcio disabili“Il calcio professionistico – prosegue Franco Baldini – intanto può dargli occasioni come queste che evidentemente gli danno più visibilità e quindi anche più possibilità per poter aggregare altre situazioni del genere…oggi Francesco mi ha detto che andrà a giocare una partita a Ciampino con il gruppo degli amici che è riuscito a mettere insieme attraverso Facebook…questa rete a volte tanto demonizzata si scopre invece che delle volte ha dei risvolti molto positivi come può essere appunto questo…”

“Chiaramente il calcio professionistico, avendo questa grande risonanza – continua Franco Baldini – offre la possibilità di apparire a milioni di persone e non può altro che prestare la propria immagine, la propria opera perchè queste attività vengano pubblicizzate il più possibile in modo che anche loro possano avere la possibilità di organizzare le loro competizioni perchè è evidente che questa è una cosa che porta speranza, voglia di vivere…”

“La Signora, la mamma di Francesco, mi raccontava di episodi di gente che, dopo varie vicissitudini perchè parliamo di qualcuno che è nato e di qualcuno che invece la gamba l’ha persa, si era lasciata andare e che invece – conclude il Direttore Generale dell’AS Roma – dietro a questa iniziativa aveva ritrovato la voglia di fare, di partecipare…di esistere…”

Ability Channel ringrazia l’AS Roma e il suo Direttore Generale Franco Baldini per la splendida esperienza che ha regalato Francesco Messori.