Una vichinga per gli azzurri

Lena Schroeder

E’ una vichinga la prossima avversaria degli azzurri nella partita inaugurale di ice sledge hockey alle paralimpiadi di PyeongChang 2018. Si chiama Lena Schroeder (Photo: Joel Marklund for OIS/IOC)  è norvegese, carina e bionda manco a dirlo. E’ l’unica donna tra i 135 giocatori che si daranno battaglia nel torneo più combattuto dell’intera manifestazione.

24 anni, nata a Oslo, è affetta dalla spina bifida. Ha cominciato a praticare lo sledge hockey e all’età di 14 anni ha giocato le prime amichevoli con la nazionale. Lena, e la Norvegia, hanno usufruito della regola internazionale che per promuovere questo sport a livello femminile consente ad ogni squadra di poter convocare una donna. Così Lena Schroeder ha potuto coronare il suo sogno, quello di poter partecipare ad una paralimpiade da protagonista.

I giochi del destino. Sarà una donna quindi ad affrontare in uno sport tipicamente maschile la nazionale italiana, figlia di una delegazione dove di donne non c’è neanche l’ombra.

Appuntamento a sabato 10 marzo alle 4,00 del mattino per Italia-Norvegia, contro la seconda nazione più forte di sempre in questo sport ai giochi paralimpici dove ha conquistato un oro, tre argenti e un bronzo!