Un successo i mondiali di danza sportiva in carrozzina Roma 2015

Sono stati un grandissimo successo i Mondiali di Danza Sportiva in carrozzina che si sono svolti nella capitale. Ad ospitarli è stato il FIB, location molto apprezzata dalle figure autorevoli del settore, come confermato da quanto è stato detto ai microfoni di AbilityChannel dal Presidente della World Dance Sport Federation (WDSF) Carlos Freitag.

Per la prima volta la competizione è approdata in Italia, grazie all’organizzazione della Federazione Italiana Danza Sportiva con la collaborazione del Comitato Paralimpico Italiano. Un duro lavoro che ha visto coinvolti non solo più di 150 atleti provenienti da 24 differenti nazioni, ma anche numerosi tecnici, addetti stampa e tifosi.

Danza in carrozzina

Il campo di gara

Il Consigliere Federale della FIDS Carlo Acanfora ha voluto condividere con noi un po’ di numeri, la cosiddetta “Know-How”, rendendoci partecipi di cosa significhi in concreto realizzare un evento così importante ed articolato:

28 persone per 8 giorni di allestimento e altrettante per 3 giorni di disinstallazione;
1000 mq2 di parquet;
800 mq2 di moquette;
550 metri lineari di americane;
177 tra fari, teste mobili e spot;
470 mq2 di tendaggi scenografici;
350 mt di tecnostrutture per spogliatoi;
110 mq2 di videoled.

Tutto questo per far sì che gli atleti potessero esibirsi su di un palcoscenico degno dell’evento e che, al tempo stesso, consentisse loro di dar vita alle spettacolari esibizioni nelle quali non sono mancati gesti atletici e movimenti acrobatici. In questi mondiali inoltre è stato possibile assistere, per la prima volta, ad eventi freestyle e singoli, a seguito dell’inclusione di queste discipline nel 2014.

I Mondiali di Roma 2015

Danza in carrozzinaLa cerimonia di apertura, introdotta dal Presidente della FIDS Christian Zamblera, ha visto gli interventi del Segretario Generale della FIDS Giuseppina Mattioli e di Marco Giunio de Sanctis, Segretario del CIP.
Ringraziando Luca Pancalli, Presidente del CIP, Miguel Sagarra, membro del governing board dell’IPC (International Paralympic Committee) e Carlos Freitag, il Presidente Zamblera ha voluto porre l’accento sull’importanza che questa manifestazione ha avuto nel comune obiettivo di includere la danza sportiva nei futuri giochi olimpici.

Un grandissimo spettacolo quello dei Mondiali di danza sportiva 2015 in cui hanno dominato emozioni, colori, abiti luccicanti e trucchi seducenti. Un palcoscenico sul quale gli atleti hanno mostrato talento e determinazione, oltre alla maestria con cui hanno danzato sulle quattro ruote, grazie alle quali sembra quasi che riescano a volare. Un’eleganza rara ed una grande passione che ci hanno dimostrato quanto basti poco per trasmettere le emozioni: due braccia, una forte espressività ed un grande cuore.

I risultati della nazionale azzurra

Susanna Spugnoli, atleta italiana della categoria Combi standard classe 2, ha gareggiato con il nuovo partner Francesco Galuppo. La neo coppia si è portata a casa un’importante medaglia d’argento difendendo i risultati raggiunti da Susanna nei mondiali di Tokyo del 2013;

COMBI STANDARD 1

11-12 Monica Favini- Massimo Calò

COMBI STANDARD 2

Susanna Spugnoli- Francesco Galuppo
18-19 Ibrahim Fouad Ibrahim- Sara Greotti

COMBI LATIN 2

14 Linda Galeotti – Leonardo Batani
15 Laura Del Sere – Carmine Sansone

WOMEN’S SINGLE FREESTYLE 2

Giulia Bonomo
Mariangela Correale

COMBI FREESTYLE 1

8 Monica Favini – Massimo Calò

COMBI FREESTYLE 2

10 Sara Greotti – Ibrahim Fouad Ibrahim.