WheelChair Hockey – Gli Arbitri Nazionali

Alla scoperta del fantastico sport dell’Hockey in carrozzina attraverso un punto di vista diverso…quello degli arbitri!

Arbitro per passione

Faccio l’arbitro di Hockey da sette anni. E’ un’attività che mi appassiona tantissimo sia a livello umano che sportivo. Svolgo quest’attività perché penso di poter dare qualcosa, ma in realtà sono io a ricevere tanto – Giuseppe Scavuzzo, Arbitro Nazionale FIWH.

Fare l’arbitro di Hockey è una bella cosa, per me è una passione – Céline Pernechele, Arbitro Nazionale FIWH
E’ mio marito che è giocatore di un’altra squadra del nord, a Mantova, ad avermi inserito in questo modo, ed il modo di poter partecipare per me era fare l’arbitro – Céline Pernechele, Arbitro Nazionale FIWH.

La partita

L’approccio a questo sport è piuttosto semplice, però come tutti gli sportivi anche i giocatori di WheelChair Hockey, in quanto partecipano a eventi importanti come il Campionato Italiano, vogliono vincere ed arrivare ad alti livelli.  

Quando si arriva in campo si ha un primo approccio con i ragazzi con il saluto, successivamente ci si raduna per fare l’appello ed i controlli di routine che riguardano le carrozzine e quindi tutto ciò che devono avere per poter partecipare e poi vengono ripetute le quattro raccomandazioni fondamentali per il rispetto del gioco e dell’avversario. La partita poi si svolge cercando di tenere i toni più bassi possibili e sperando che non esca mai un cartellino che tende a penalizzare il giocatore – Giuseppe Scavuzzo, Arbitro Nazionale FIWH.

Le regole del gioco

Il cartellino verde sarebbe l’equivalente del giallo del calcio, anche se nell’Hockey siamo un pochino più permissivi perché esiste la tappa intermedia che è l’espulsione temporanea, segnalata con il cartellino giallo. Con il cartellino rosso invece si esce definitivamente – Céline Pernechele, Arbitro Nazionale FIWH.

Ogni casa propone la sua carrozzina, l’importante è che vengano rispettati quelli che sono gli standard per poter giocare come l’altezza per poter passare la pallina. Chiediamo quindi allo staff di mettere in ordine le carrozzine prima che inizi la partita altrimenti facciamo presente che quella carrozzina non può partecipare all’incontro perché fuori norma – Giuseppe Scavuzzo, Arbitro Nazionale FIWH.

Per fare l’arbitro bisogna seguire un corso ogni anno a cui per poter partecipare bisogna compilare una domanda da presentare poi al Presidente di Federazione – Céline Pernechele, Arbitro Nazionale FIWH.

6)Finita la partita, tutti amici come prima e si torna a casa… In questo caso io faccio un po’ di chilometri per tornare in Sicilia! –  Giuseppe Scavuzzo, Arbitro Nazionale FIWH.