Italia Under 22 WheelChair Basket – Alessandro Nava

E’ timido e non ama le interviste ma ha una passione, quella per il basket. Classe 1996, gioca per il Cimberio HS Varese ed ha già un Europeo alle spalle, quello di Saragozza 2014. Ti presento Alessandro Nava.

Alessandro prima e dopo 

L’Alessandro di oggi lo trovo molto cresciuto rispetto a due anni fa e non solo dal punto di vista tecnico e tattico ma soprattutto dal punto di vista umano e come persona oltre che come giocatore.

La scoperta del WheelChair Basket

Il basket l’ho conosciuto grazie ad una manifestazione a Monza in cui c’era anche una dimostrazione della Briantea 84 e da lì mi sono innamorato del basket in carrozzina.

Il primo allenamento

Il mio primo allenamento è stato un’emozione bellissima, ho trovato veramente lo sport perfetto che ho sempre sognato di fare e da quel momento non l’ho più mollato. 

Andrea Rocca

Andrea Rocca è stato il mio primo allenatore del minibasket a Cantù, ed è stato lui a farmi entrare in questo mondo bellissimo. 

La tensione

La tensione secondo il mio punto di vista è quella cosa che hai prima delle partite e che ti fa dare tutto quello che hai in campo. 

Coach Bergna 

Coach Bergna lo conosco da molto tempo perché mi ha allenato anche a Cantù. E’ un bravissimo allenatore a cui devo molto sia qui in Nazionale che a Cantù.

Lo spirito di squadra

Lo spirito di squadra è una cosa fondamentale in questo sport!

Come gestire la tensione

Quando sono molto teso preferisco stare in disparte e caricare me stesso per poi dare il miglior contributo possibile alla squadra.