Arianna Talamona – Nuoto Paralimpico

Arianna Talamona classe S7 gareggai per la Polha Varese. Al microfono di Riccarda Ambrosi, in occasione dei campionati di nuoto paralimpico di Napoli 2013 parla della sua convocazione per i mondiali di Montreal.

Arianna: “Si sono molto contenta, in qualche modo ci speravo, però non ero per niente sicura di poterla ottenere quindi è stata una bella sorpresa!”

Riccarda: “Che gare porti in vasca?”

Arianna: “200 misti 100 rana 100 dorso e 400 stile”.

Riccarda: “Come è l’allenamento impegnativo in questo momento?”

Arianna:  “E’ molto pesante, anche perché quest’anno c’è stata la maturità; quindi ho dovuto perdere un po’ di tempo per studiare e adesso stiamo lavorando tanto per preparare i mondiali”.

Riccarda: “Da quanti anni nuoti Arianna?”

Arianna: “Io a livello agonistico alto da 4 anni, però nuoto da quando sono piccola al livello amatoriale”.

Riccarda: “Ma la tua disabilità da cosa è data?”

Arianna: “Da una malattia genetica ereditaria per cui anche mia mamma ha questo problema; e un problema del sistema nervoso… insomma che prende solo gli arti inferiori”.

Riccarda: “Ma il nuoto che cosa rappresenta per te?”

Arianna: “E’ una passione, un impegno, e mi ha dato tanto perché ho potuto conoscere altri amici e mi ha aperto gli occhi su un altro mondo”.

Riccarda: “E quindi è importantissimo?”

Arianna: “Si assolutamente, una  delle prime cose”.

Riccarda: “Cos’altro fai nella vita? la maturità, il nuoto e poi?”

Arianna: “ho il ragazzo! Quindi insomma un altro impegno, amici, mi piace leggere poi adesso si vedrà per università…”

Riccarda:  “Vita impegnatissima?”

Arianna: “eh si si  tanti impegni…”

Riccarda: “Allora in bocca al lupo per i mondiali!”

Arianna: “Crepi! Grazie!”