Simone d’argento, Emanuele di bronzo

 

E’ Simone Manigrasso ad aggiudicarsi la sfida azzurra sul traguardo della pista di Londra. L’atleta monzese, con il tempo di 54.07, suo personal best, ha preceduto il più esperto Emanuele Di Marino classificandosi al secondo posto nei 400m T44 dietro il greco Seitis.

Un grandissimo risultato che lancia Simone nell’olimpo dell’atletica paralimpica. Un incidente in moto quattro anni fa, la gamba amputata, la vita che ricomincia. Poi l’incontro con l’atletica ed una carriera sportiva che comincia a regalare importanti soddisfazioni. Non solo… Simone frequenta i corsi di guida organizzati dalla Di.Di. onlus e rimonta di nuovo in sella.

Simone Manigrasso, sentiremo ancora parlare di lui…

Guarda la sua intervista con l’altro velocista Andrea Lanfri a Never Give Up