Tuc Technology lancia la futura auto a misura di disabile

Tuc auto per disabili

Un auto per tutti, anche a misura di disabile, è quella pensata da Tuc Technology, una start up torinese al cui vertice ci sono Ludovico Campana e Sergio Pininfarina, quest’ultimo nipote del famoso ingegnere e designer di automobili. Un progetto ambizioso che mira a creare una piattaforma, già brevettata, per lo sviluppo di auto completamente configurabili per rispondere ad ogni esigenza, anche quella di un disabile.

Tuc auto per disabiliTuc e il concetto è quello di uno spazio vuoto che, proprio come si fa con una stanza, si potrà arredare in base delle esigenze specifiche del cliente e senza alcuna costosa modifica. Sedili, plancia, schermi o apposite esperienze sviluppate ad hoc saranno così alla portata di tutti in quello che già si preannuncia un vasto catalogo di soluzioni originali. Ma c’è di più. Nell’abitacolo delle future macchine sviluppate sul prodigioso pianale, saranno presenti diversi plug, ovvero prese di corrente, a cui collegare qualsiasi tipo di optional inclusi apparecchi medici. In questo modo sarà possibile raggiungere diversi target che vanno dai giovani agli anziani passando per i disabili.

Novità anche per il sistema di fissaggio di quest’ultimi che, non appena collegati, verranno ancorati all’abitacolo grazie ad un futuristico bloccaggio di sicurezza. Ma l’azienda TUC.technology ha pensato davvero a tutto. Infatti ha previsto anche un sistema di connessione cloud che permetterà di far interagire il possessore dell’automobile con i propri smartphone e tablet, tanto di Google quanto di Apple, per gestire ogni aspetto della cosiddetta “esperienza interna del veicolo”. Insomma una serie di innovazioni rese possibili da questo pianale per lo sviluppo di automobili che si spera verrà adottato al più presto da un grande numero di costruttori.