I piloti disabili alla moto GP

Si potrebbe definire come il sogno che diventa realtà. Oppure come il più classico dei nulla è impossibile. Uno dei soliti slogan che vogliono portare persone sicuramente tenaci e straordinarie al rango di supereroi. Donne e uomini bionici, coraggiosi e spericolati, capaci di raggiungere obiettivi impensabili fino a pochi anni fa, come quello ottenuto dai 32 piloti disabili provenienti da tutto il mondo che, sulla spinta dell’associazione Di.Di. onlus, il prossimo weekend (19-20 maggio) prenderanno parte alla International Bridgestone Handy Race, prima della gara di moto GP, sul circuito francese di Le Mans.

Per conoscere i protagonisti di questa competizione scarica la Presentazione Piloti DD italiani dove troverai immagini ed informazioni su tutti gli atleti.

La responsabilità di Emiliano

Un grandissimo risultato ottenuto grazie alla volontà di Emiliano Malagoli, motociclista miracolato e inarrestabile, capace di andare dritto per la sua strada, verso i suoi obiettivi, con la giusta (?) dose di follia…

“Questo traguardo – ha commentato Malagoli –  è un’ulteriore dimostrazione che se crediamo veramente in un progetto e convogliamo tutte le nostre risorse verso quell’obiettivo, prima o poi lo possiamo raggiungere. Sono orgoglioso di questa grande opportunità, e ancor di più poter dimostrare a tutto il pubblico che ci seguirà che nella vita tutto è possibile: tutti noi abbiamo storie diverse, tutti noi abbiamo vissuto fasi della vita molto difficili, ma nonostante tutto non ci siamo arresi e ci siamo voluti riprendere con forza quello che ci era stato tolto. Con una consapevolezza in più: la vita è un fantastico dono e merita di essere vissuta al pieno delle proprie possibilità, che credetemi sono enormi”.

Ma il grande spettacolo che andrà in scena sul circuito francese non deve limitarsi alla celebrazione delle gesta di un gruppo di piloti, italiani e stranieri, che si confronteranno per la prima volta su un palcoscenico straordinario. Deve invece diventare lo strumento per veicolare ad un pubblico sempre più vasto valori ed opportunità che proprio persone come Emiliano possono trasmettere al mondo intero. Non bisogna dimenticare infatti tutte quelle attività di formazione, prevenzione, corsi di guida, incontri nelle scuole e tante altre iniziative che l’associazione Di.Di. onlus porta avanti con crescente impegno soprattutto nei confronti di tutte quelle persone che non riusciranno mai a correre su un circuito prestigioso ma che, ugualmente, potrebbero trarre grandi benefici dall’esempio di Emiliano & co.

L’augurio sincero è che le Mans, non solo dal punto di vista sportivo, sia un punto di partenza e non d’arrivo, che la bandiera a scacchi sventoli sulla gara ma non su tutti quei progetti e significati di cui il movimento dei piloti disabili vuole farsi portatore.

Il programma

Venerdì 19 Maggio 2017

  • Ore 17.10 – 17.35 Prove Libere
  • Ore 17.45 – 18.10 Qualifiche

Sabato 20 Maggio 2017

  • Ore 17.30 Gara

Sarà possibile seguire i momenti salienti di questo evento memorabile attraverso la loro pagina Facebook www.facebook.com/DiversamenteDisabili/