Nick Vujicic, l’uomo senza braccia che ama la vita

Nick Vujicic, l'uomo senza braccia che ama la vita

“Non dovete mai pensare che basti semplicemente credere in qualcosa.
Va bene credere nei propri sogni, ma bisogna agire affinché si realizzino.
Si può avere fiducia nei propri talenti e fede nelle proprie capacità, ma se non si fa nulla per svilupparli e sfruttarli, quale utilità avranno?”
(Nick Vujicic)

“Life without limbs”, una vita senza arti

Nick Vujicic“Life without limbs” è il nome dell’organizzazione no-profit per disabili creata da Nick Vujicic, un uomo australiano di 34 anni nato senza braccia e senza gambe a causa della tetramelia, una rara malattia genetica. Possiede in realtà due piccoli piedi, uno dei quali è provvisto di due dita che gli consentono di svolgere alcune attività come guidare la propria sedia a rotelle, rispondere al telefono e versare un bicchiere d’acqua.

Nato a Melbourne nel 1982, inizialmente non fu facile per la sua famiglia affrontare la situazione, aggravata da numerosi atti di bullismo che il piccolo Nick subì da quando era molto piccolo e che lo portarono, all’età di otto anni, a tentare il suicidio. Ma nello stesso momento in cui pensò di compiere un gesto così disperato, Nick Vujicic si rese conto dell’errore che stava per commettere: la sua vita era più importante di qualsiasi cosa.

Nick Vujicic, la fede e la nascita dell’organizzazione no-profit

Ma la vera svolta arrivò quando la madre gli fece leggere un articolo di giornale che raccontava di un uomo che, nonostante i suoi handicap, conduceva una propria vita alla quale con il tempo si era adattato. Questo evento fece comprendere a Nick di non essere il solo a vivere con grandi difficoltà e di quanto fosse bella ed importante la vita. A diciassette anni cominciò a parlare con il suo gruppo di preghiera e poco dopo diede vita alla sua organizzazione no-profit “Life without limbs”.

La fede ha sempre rappresentato un caposaldo nella vita di Nick Vujicic: di religione evangelico pentecostale, da diverso tempo tiene regolarmente discorsi in tutto il mondo sulla sua fede e sulla sua speranza, grazie alle quali è riuscito a liberarsi dal peso emotivo legato alla sua disabilità.

La carriera

Nick VujicicConseguita una doppia laurea in Ragioneria e Promozione finanziaria a soli 21 anni, Nick ha cominciato a viaggiare come speaker motivazionale, interessandosi particolarmente alla comunicazione con i giovani.

Oggi Nick è conosciuto a livello mondiale, è sposato con una bellissima donna e ha avuto uno splendido bambino. Scrive libri, partecipa a show televisivi e diffonde la sua parola con qualunque mezzo andando a testimoniare il suo sconfinato amore per la vita. Ha tenuto discorsi a più di due milioni di persone fino ad ora, in dodici diversi paesi di quattro continenti (Asia, Africa, Oceania e America Settentrionale).

Nel 2009 ha partecipato come protagonista nel cortometraggio The Butterfly Circus (Il circo della farfalla) diretto da Joshua Weigel, il cui scopo è quello di insegnare che ciascuno di noi possiede la forza e la capacità di “diventare una farfalla” senza operare alcun cambiamento fisico.

Credo che Nick Vujicic insegni una cosa molto importante: se è vero che purtroppo non esiste una cura in grado di far crescere gli arti a chi non li ha, è altrettanto vero che non ne esiste una nemmeno per chi gli arti ce li ha ma non è in grado di apprezzare la vita.