Telemaco e i suoi aMICI

Telemaco e i suoi aMICI

Telemaco e i suoi aMICI

AUTORE: Michela Policella

Telemaco e i suoi amiciMichela Policella è nata a Pisa nel 1974. Diplomata Maestra d’Arte, ha frequentato un corso di computer presso l’Istituto Superiore Sant’Anna di Pisa e un corso di grafica 3D presso la Emmesoft di Torino. Ha frequentato il corso di laurea in Beni Culturali come logica prosecuzione dei suoi studi artistici e, in un secondo tempo, il corso di laurea in Scienze Biologiche Molecolari per aumentare le sue conoscenze sull’atrofia muscolare spinale. Ha lavorato da libera professionista nello Studio P&C come grafica per siti web e, successivamente, come Peer Counselor presso il Numero Verde Stella, telefono di supporto alla disabilità neuromuscolare.

Ha conosciuto ASAMSI nel 1999 e da allora ne è volontaria per raccogliere fondi destinati al finanziamento delle attività associative, coinvolgendo la sua intera famiglia.

Attualmente ricopre il ruolo di Consigliere all’interno del Consiglio Direttivo dell’associazione ed è la responsabile del settore gadget e bomboniere solidali. Anche il concorso letterario “Telemaco e i suoi aMici” nasce dalla volontà di sensibilizzare l’opinione pubblica, in particolar modo quella dei giovani studenti delle scuole elementari, nei confronti della disabilità.

I bambini delle classi IV e V delle scuole primarie di varie città italiane, hanno partecipato alla realizzazione di questo libro. I racconti contenuti in “Telemaco e i suoi aMici” sono, infatti, scritti totalmente dai giovani studenti sotto l’attenta guida dei loro insegnanti. Alle classi è stato proposto un concorso letterario, dove i partecipanti avrebbero dovuto presentare una favola con protagonisti Telemaco e i suoi tre fratellini partendo da un’introduzione scritta appositamente per il concorso.

EDITORE:

La Rondine Edizioni – Piazza Larussa, 24 – 88100 Catanzaro –

www.edizionilarondine.it

PREZZO: 12 euro

Il libro è corredato da splendide illustrazioni e dai rispettivi bozzetti preparatori. L’immagine di copertina è ispirata al logo dell’Associazione ASAMSI, che ha realizzato il concorso letterario. Giusto per fare un po’ di pubblicità, è disponibile anche la t-shirt di Telemaco, con impressa l’immagine di copertina. Parte del ricavato dei libri e delle magliette sarà devoluta in beneficenza.

ASAMSI Onlus, Associazione Studio Atrofie Muscolari Spinali Infantili

DESCRIZIONE LIBRO

Il libro si compone di quattro parti: la prefazione spiega come nasce la storia dei quattro gattini; la seconda parte è una raccolta di nove racconti scritti dalle classi con relativi commenti delle insegnanti; la terza parte, più adatta a una lettura da parte degli adulti, contiene commenti di esperti nel settore psicopedagogico circa gli elaborati dei ragazzi; l’ultima parte è dedicata alla descrizione delle attività dell’Associazione promotrice.

Sicuramente la parte più corposa (e divertente per i bambini) è quella con le storie create dagli alunni delle scuole. Ogni racconto, come detto prima, inizia con un incipit prestabilito: ci sono quattro gattini, di cui uno senza artigli. La mamma inizialmente è preoccupata per il futuro di questo gattino, ma presto si rende conto che il figlioletto, nonostante la sua “mancanza”, è in grado di cavarsela sfruttando la sua furbizia e intelligenza. Per questo motivo decide di chiamarlo Telemaco, che significa “colui che combatte da lontano”.

Ai bambini si è chiesto di raccontare un’avventura dei quattro fratellini che, curiosi come tutti i gatti, finiscono sempre nei pasticci.
Dato che Telemaco è l’unico gattino ad avere un nome, i giovani studenti si sono sbizzarriti nel trovare i nomi agli altri mici: ne risulta che in ogni racconto Telemaco ha fratellini che si chiamano in modo diverso, vive in luoghi diversi e conosce persone diverse. Le classi hanno interpretato ognuna a proprio modo il tema della disabilità, alcune con toni più leggeri, altre con atteggiamento più riflessivo.