Una Disability Card europea per garantire l’inclusione sociale

Disability CardUna tessera unica che uniformi criteri e modalità di accesso a trasporti, luoghi di cultura e di svago nei paesi dell’Unione Europea allo scopo di garantire ai cittadini con disabilità una piena inclusione sociale.

Nel nostro paese come in molti altri dell’Unione Europea le agevolazioni previste per le persone con disabilità sono varie (di servizi, tariffarie, di supporto per l’accesso a luoghi culturali, di svago o ai trasporti), ma le condizioni di accesso a tali servizi sono diverse e prevalentemente di natura economica a discapito degli strumenti e delle facilitazioni che consentono la fruibilità a chi possiede una disabilità intellettiva o sensoriale.

Responsabile dell’attuazione del progetto in Italia è la Fish, la Federazione Italiana per il superamento dell’handicap in collaborazione con la Federazione associazioni nazionali disabili (Fand); sponsor dell’iniziativa il Ministero del lavoro.

Oltre a garantire un’uniformità dei criteri e dell’iter di accesso ai servizi elencati, la European Disability Card consentirebbe di snellire le procedure amministrative e burocratiche garantendo così pari opportunità di accesso e di fruibilità rispetto agli altri cittadini.

Sebbene ancora non esista, le procedure di realizzazione della Disability Card sono già state avviate: sarà poi l’autorità nazionale ad occuparsi della sua emissione e diffusione.