Cos’è il diabete mellito

Diabete MellitoIl diabete mellito, comunemente chiamato diabete, è una malattia caratterizzata dall’incapacità del pancreas di produrre insulina in modo sufficiente o, nei casi più gravi, di produrla in assoluto. L’insulina è l’ormone che consente al glucosio (lo zucchero per eccellenza) di essere trasformato ed utilizzato dall’organismo per tutte le sue necessità energetiche.

Se l’insulina non riesce a metabolizzare gli zuccheri che assumiamo attraverso l’alimentazione, il livello di glucosio nel sangue può crescere in modo abnorme e pericoloso, alterando in modo incontrollato il tasso di glicemia. Gli zuccheri non più trasformati vengono direttamente eliminati attraverso le urine; in questo modo l’organismo perde una delle sue maggiori fonti di energia, necessaria al suo normale funzionamento ed al suo mantenimento.

Le cause del diabete mellito

Le cause che sono all’origine dell’insorgenza del diabete mellito non sono ancora definite in modo chiaro, anche se è opinione medica comune che vi siano diversi fattori di rischio che interagiscano nella genesi di questa malattia, come:

  • fattori auto-immuni;
  • fattori genetici;
  • fattori ambientali (qualità dei cibi assunti).

Il diabete mellito viene classificato in due principali categorie:

1) Diabete Mellito di tipo 1 (giovanile)

Questa forma di diabete, chiamata anche insulino-dipendente o giovanile, è considerata una malattia autoimmune caratterizzata dall’assenza pressoché totale di produzione di insulina da parte del pancreas, condizione che comporta la necessità di quotidiane e ripetute in iniezioni di questo ormone. Viene considerata una malattia autoimmune perché è causata dalla produzione di autoanticorpi (anticorpi che distruggono tessuti ed organi propri non riconoscendoli come appartenenti al copro ma come organi esterni) che attaccano le cellule Beta che all’interno del pancreas sono deputate alla produzione di insulina.

Può presentarsi a tutte le età, ma si sviluppa con maggiore frequenza nei giovani adulti e nei bambini (circa il 10% dei casi).

2) Diabete Mellito di tipo 2

EDiabete Mellito‘ la manifestazione più comune di questa malattia (90 % dei casi), caratterizzata da un duplice effetto:

  1. la quantità di insulina prodotta non è sufficiente a soddisfare le necessità di insulina;
  2. l’insulina prodotta non agisce in modo soddisfacente (insulino-resistenza).

In entrambi i casi il risultato è lo stesso: un incremento pericoloso di glucosio nel sangue (iperglicemia).

Di norma l’esordio è osservabile in persone adulte sopra i 40 anni, più frequentemente intorno ai 55 anni di età; in Italia si stima che oltre il 6% della popolazione soffra di questo tipo di Diabete.

Diabete gestazionale

Questa particolare forma di diabete legata unicamente alla gravidanza, colpisce circa il 4-5% delle donne gravide ma, se si seguono tutti gli accorgimenti necessari, consente di portare avanti la gravidanza in tutta serenità. Anche se la gravidanza procede normalmente e senza complicazioni, durante i nove mesi alcuni ormoni prodotti dalla placenta ostacolano l’azione dell’insulina, come dimostrato dal fatto che verso la fine della gestazione, a parità di calorie introdotte con il cibo, una donna produce una quantità di insulina 3 volte superiore a quella prodotta da una donna della stessa età ma non incinta. Si tratta di un processo del tutto fisiologico ma può accadere che in alcune donne, con determinate caratteristiche genetiche, il pancreas non riesca a far fronte alla necessità di produrre più insulina ed i valori della glicemia superano quelli considerati normali: si tratta del diabete gestazionale.

Fattori di rischio del diabete

  • sovrappeso;
  • valori elevati di colesterolo nel sangue;
  • alimentazione scorretta ad alto contenuto di zuccheri;
  • vita poco attiva e sedentaria.

Non a caso è importante che le persone affette da questa patologia seguano una dieta specifica al fine di assicurare che la persona assuma specifiche quantità di zuccheri.

Hai il sospetto di avere il diabete e vuoi qualche consiglio per cercare di riconoscere i suoi sintomi prima di rivolgerti al tuo medico? Leggi l’articolo di AbilityChannel sui sintomi del diabete…!